rotate-mobile
Cronaca

La guardia costiera sequestra 700 chili di pescato irregolare

All’autista di una Fiat Panda, carica con oltre 350 chili di pesce non regolare, sono stati elevati verbali amministrativi per 34.500 euro

Durante un’attività di polizia marittima finalizzata al contrasto della pesca di frodo messa in atto questa notte, la Guardia Costiera di Catania ha proceduto al sequestro di circa 300 chili di tonno rosso sotto taglia minima di riferimento, 5 esemplari di lampuga per un peso complessivo di 40 chili circa e 2 di alalunga privi di tracciabilità, , rinvenuti all’interno di un veicolo privato ad Acitrezza. I militari, incuriositi dall’andatura di una Fiat Panda visibilmente sovraccarica, hanno provveduto a fermare e controllare il guidatore, scoprendo all’interno della vettura la consistente quantità di prodotto ittico proveniente da attività di pesca illegali. All’autista sono stati elevati verbali amministrativi per 34.500 euro. Nel corso di ulteriori controlli, sono stati rinvenuti presso un rivenditore all’ingrosso di Riposto 26 esemplari di pesce spada provenienti dal Mediterraneo, il cui commercio, in questo periodo dell’anno, è assolutamente vietato. Per questo, il trasgressore è stato sanzionato con un verbale amministrativo di 2.666 euro. Tutto il pescato sequestrato, per un totale di 700 chili, verrà sottoposto ai previsti accertamenti di carattere sanitario da parte del personale medico veterinario dell’Asp di Catania, necessari per accertarne la commestibilità. Se ritenuto idoneo al consumo umano sarà devoluto in beneficenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La guardia costiera sequestra 700 chili di pescato irregolare

CataniaToday è in caricamento