Sequestrata una villa di lusso al latitante Riccardo Reitano

La villa è risultata nella disponibilità di un cittadino di nazionalità statunitense che , in buona fede, regolarmente corrispondeva al Reitano il relativo canone d’affitto

I finanzieri etnei hanne eseguito un sequestro di beni ai danni di Riccardo Reitano, già coinvolto nell’operazione “ Tir Camaleonte", ed attualmente latitante che ha disvelato l’esistenza, almeno dal 2010, di un collaudato sistema fraudolento che ha visto la periodica sostituzione di società del gruppo d’imprese gestite dalla famiglia Reitano - schiacciate ormai dai debiti e affidate ad amministratori prestanome assolutamente privi della professionalità a gestirle - con imprese formalmente differenti ma che mantenevano il medesimo oggetto soc iale e gli stessi dipendenti0.

 Riccardo Reitano era stato destinatario di un ’ordinanza emessa dal tribunale etneo che , nel giugno scorso, ha disposto, oltre al sequestro dei beni, la sua custodia in carcere e quella di altre 7 persone membri di un’associazione a delinquere finalizzata alla  realizzazione di bancarotte fraudolente e reati tributari.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E' stata quindi sequestrata una villa con piscina ad Augusta , località Castelluccio, contrada Frandanese , del valore di oltre 200 mila euro. La villa è risultata nella disponibilità di un cittadino di nazionalità statunitense che , in buona fede, regolarmente corrispondeva al Reitano il relativo canone d’affitto con carte di pagamento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento