Scoperta una serra per la coltivazione di marijuana a Mascali

In azione anche il cane Ivan del nucelo cinofilo dei carabinieri di Nicolosi

I carabinieri di Mascali con il nucleo cinofili di Nicolosi, hanno arrestato il 25enne Orazio Mangano e denunciato un 46enne del posto, per  detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. I militari avevano teso la loro rete sui due personaggi che, da tempo, sospettavano essere i rifornitori dei consumatori di droga del mascalese. Si sono quindi recati nella mattinata di ieri in via Manganaro presso l’abitazione di Mangano il quale, avvedutosi della loro presenza, ha tardato l’apertura della porta verosimilmente per disfarsi della droga custodita in casa.

In effetti i carabinieri hanno rinvenuto nel  bagno dei residui di marijuana. In loro aiuto è arrivato il fiuto del cane antidroga Ivan che, all’interno di un contenitore nascosto tra le pentole della cucina, ha trovato 15 grammi di marijuana suddivisi in dosi, mentre loro hanno rinvenuto un bilancino di precisione, il materiale occorrente per il confezionamento al minuto della droga e la somma di 520 euro, ritenuta provento dello spaccio. Nel contempo, un’altra pattuglia dei militari si era recata presso l’abitazione del 46enne che, analogamente e per le medesime motivazioni, si attardava nell’aprire la porta d’ingresso, riuscendo  a disfarsi di un piccolo quantitativo di droga lanciandolo dal balcone.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Anche in questo caso i militari hanno rinvenuto residui di droga in bagno e trovato in un armadio, 5 dosi di marijuana. Ma, recatisi in mansarda, hanno avuto la sorpresa di trovare una piccola serra per la produzione di cannabis, corredata da luci per la generazione del calore ed un plateau con 15 piantine pronte per essere invasate. Mangano, come disposto dall’autorità giudiziaria in occasione della celebrazione del rito direttissimo, è stato posto agli arresti domiciliari con applicazione del braccialetto elettronico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, nel mirino i "fedeli collaboratori" del clan Santapaola-Ercolano: 21 arresti

  • Il "mistero" dei fuochi d'artificio di Picanello, sparati ogni giorno a mezzanotte

  • Incidente stradale a Paternò, scontro fra due mezzi pesanti: un morto

  • "Iddu" e "idda": il terrore di Giarre e Riposto, stroncata dai carabinieri la cupola di La Motta

  • Sgominate bande che rubavano sui tir e nelle case: 13 arresti

  • Droga e mafia, altri 4 arresti nell’ambito dell’operazione "Overtrade"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento