Cronaca

Servizi Sociali, tra un mese fruibile il "buono spesa" finanziato con i fondi regionali

Sono già quasi duemila le domande presentate all'Amministrazione Comunale per accedere al Buono Spesa, finanziato dalla Regione Siciliana al fine di sostenere i nuclei familiari in condizioni disagiate

Sono già quasi duemila le domande presentate all'Amministrazione Comunale per accedere al Buono Spesa, finanziato dalla Regione Siciliana al fine di sostenere i nuclei familiari in condizioni disagiate e che per il permanere dello stato di emergenza sanitaria, non possono fare fronte con risorse proprie a esigenze primarie.

Il buono spesa/voucher secondo l’avviso pubblicato il mese scorso sul sito del Comune, sarà corrisposto per il periodo dell’emergenza e comunque, fino ad esaurimento dell’importo assegnato al Comune, per un ammontare di 1.869.504 euro, esclusivamente a quei nuclei familiari che si trovano in stato di effettivo bisogno, che abbiano questi requisiti:

a) non percepiscono alcun reddito da lavoro, né da rendite finanziarie o proventi monetari a carattere continuativo di alcun genere;

b) non risultano destinatari di alcuna forma di sostegno pubblico, a qualsiasi titolo e comunque denominata (indicativamente: Reddito di Cittadinanza, REI, Naspi, indennità di Mobilità, CIG, Pensione, ecc.);

c) nucleo familiare destinatario di precedenti forme di sostegno pubblico, a qualsiasi titolo e comunque denominato, ovvero di spesa/voucher erogati ad altro titolo per emergenza COVID-19, per un importo inferiore rispetto ai valori unitari sopra riportati; in tal caso, allo stesso potrà essere attribuita la differenza tra l’importo percepito a valere coi precedenti benefici e quello invece presenta con la nuova modalità;

d) non saranno prese in considerazione le istanze dei nuclei familiari le cui forme di sostegno pubblico, a qualsiasi titolo e comunque denominato, ovvero di buoni spesa/voucher erogati ad altro titolo per emergenza COVID-19, superano i parametri economici prima indicati;

e) le risorse sono destinate “prioritariamente ai nuclei familiari che non percepiscono alcuna altra forma di reddito o alcuna altra forma di assistenza economica da parte dello Stato, compresi ammortizzatori sociali e reddito di cittadinanza”.

Al fine di garantire celerità e trasparenza, l’istanza di ammissione si presenta esclusivamente on line, accedendo al modulo di adesione, cliccando sul link https://www.buonospesa-catania.it/ con le modalità indicate nelle istruzioni operative allegate, accessibili anche dal sito del comune www.comune.catania.it

 Chiunque abbia difficoltà a compilare l’istanza, può richiedere telefonicamente un appuntamento agli Uffici multizonali di Servizio Sociale del Comune, nei giorni di Martedì, Giovedì e Venerdì dalle ore 9,00 fino alle ore 13,00. Centro Multizonale N.1 - Centro Storico 095 – 7422656 /095 - 7422638 Centro Multizonale N.2 - Ognina - Picanello - Stazione - Vulcania - Borgo - Sanzio 095 – 0938814/ 095 –0938810 / 095 – 0938812/ 095 - 0938811 Centro Multizonale N.3 - Barriera - Canalicchio - S. Giovanni Galermo 095 – 81837335 / 095 – 7504338 / 095 - 81837314 Centro Multizonale N.4 - Monte Po - Nesima - S.Giorgio - Librino 095 – 484156 / 095 – 7504338 / 095 - 81837332

Data la complessità del lavoro di valutazione e verifica sistematica delle documentazioni che stanno curando assistenti sociali e funzionari dell’assessorato ai servizi sociali retto da Giuseppe Lombardo, si ritiene che il buono spesa sarà fruibile solamente a partire dalla fine del mese di Settembre.

I buoni spesa/voucher per singolo nucleo familiare hanno un valore unitario massimo di:

300,00 € per un nucleo composto da una sola persona

400,00 € per un nucleo composto da due persone

600,00 € per un nucleo composto da tre persone

700,00 € per un nucleo composto da quattro persone

800,00 € per un nucleo composto da cinque persone.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Servizi Sociali, tra un mese fruibile il "buono spesa" finanziato con i fondi regionali

CataniaToday è in caricamento