Sezione "catturandi", eseguiti 9 ordini di carcerazione

Riciclaggio di denaro per la mafia, spaccio e traffico di stupefacenti, furto e resistenza a pubblico ufficiale

Nell’ambito dell’attività volta al rintraccio di soggetti destinatari di provvedimenti restrittivi, la Polizia di Stato ha eseguito ordini di esecuzione per la carcerazione disposti dall’Autorità Giudiziaria. In particolare, personale della Squadra Mobile – Squadra “Catturandi” ha tratto in arresto: 

Mamadou Kane (del 1978), pregiudicato, destinatario di ordine di esecuzione per la carcerazione, emesso in data 8.7.2019 dalla procura Generale della Repubblica presso il la Corte di Appello di Catania – Ufficio Esecuzioni Penali – dovendo espiare la pena di anni 2 mesi 8 e giorni 16 di reclusione per il reato di ricettazione.

Giuseppe Corra (del1960) pregiudicato, destinatario di Ordine di Esecuzione per la carcerazione, emesso in data 9.7.2019, dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Catania – Ufficio Esecuzioni Penali – dovendo espiare la pena di anni 6 di reclusione per il reato di riciclaggio di denaro e beni riconducibili all’associazione mafiosa Santapaola – Ercolano.

Cosimo Parisi, (del 1970), pregiudicato, Vito Paladino (del 1976), pregiudicato, Sebastiano Pagano (del 1988), pregiudicato, -Concetto Contarini (del 1988), pregiudicato, tutti destinatari di Ordine di Esecuzione per la Carcerazione, emesso in data 11.7.2019, dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte di Appello di Catania in quanto condannati, Cosimo Parisi alla pena di anni tre di reclusione, Vito Paladino alla pena di anni 6 e mesi 8 di reclusione, Sebastiano Pagano alla pena di anni 6 e mesi 8 di reclusione e Concetto Contarini alla pena di anni 10 di reclusione, responsabili in concorso, a vario titolo, dei reati di associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti e spaccio delle medesime.

Michele Musumeci, (del 1966), pregiudicato, destinatario di Ordine di Esecuzione di Carcerazione emesso, in data 9.7.2019, dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario, in quanto condannato alla pena di anni 4, mesi 8 e gg. 18 di reclusione per reati in materia di sostanze stupefacenti e resistenza a pubblico ufficiale.

Filippo Mazzocca, (del 1994), pregiudicato, destinatario di Ordine di Esecuzione di Carcerazione emesso, in data 11.7.2019, dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario, con fine pena l’1 giugno 2024 per reati inerenti gli stupefacenti, furto in concorso e violazione delle della misura alternativa dell’affidamento in prova.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ernesto Gabriele Fuselli, (del 1999), pregiudicato, destinatario di Ordine di Esecuzione di Carcerazione emesso, in data 11.7.2019, dalla Procura della Repubblica presso la Corte di Appello di Catania, in quanto deve espiare la pena di anni 1, mesi 5 e giorni 19 di reclusione per reati in materia di sostanze stupefacenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sparatoria in viale Grimaldi, coinvolte almeno sei persone: due i morti

  • Sparatoria in viale Grimaldi, si scava nel mondo della droga per cercare il movente

  • Coronavirus, Musumeci firma nuova ordinanza: cosa cambia adesso in Sicilia

  • Duplice omicidio di Librino, 5 fermati vicini ai Cursoti milanesi

  • Sangue in Corso Sicilia: accoltellato un uomo, residenti esasperati

  • Covid, Musumeci: "Mascherine obbligatorie anche all'esterno senza la distanza di un metro"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento