rotate-mobile
lavoro nero in agricoltura

Raccoglitori di agrumi costretti a pagare il loro "caporale" per poter lavorare: arrestato un imprenditore

Il procedimento è scaturito dalla denuncia di un marocchino dipendente dall’imprenditore finito ai domiciliari, presentata con il sostegno dall’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni

Nella mattinata del 3.03.2023, su disposizione della Procura Distrettuale della Repubblica di Catania, I carabinieri del nucleo ispettorato del lavoro, supportati dai militari della compagnia di Paternò e Sciacca, hanno eseguito su disposizione della Procura etnea un'ordinanza del Gip tribunale di Catania che dispone la misura cautelare degli arresti domiciliari nei confronti di un imprenditore agricolo di Belpasso. L'uomo, di 42 anni, è titolare di una azienda agricola ed è imputato per sfruttamento del lavoro e per reati in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro in danno dei propri dipendenti, in concorso con un 45enne marocchino che da anni dimora a Paternò. Quest’ultimo avrebbe ricoperto il ruolo di caporale, pretendendo denaro per espletare le pratiche di emersione di alcuni operai extracomunitari privi di permesso.

Le indagini hanno consentito di acquisire indizi che proverebbero l'impiego di quattro dipendenti stranieri di nazionalità marocchina in condizioni di sfruttamento, pagati 35 euro al giorno, di cui 5 in favore del caporale. L'imprenditore agricolo belpassese, che opera nel settore agrumicolo, avrebbe costretto gli operai stranieri a svolgere turni di lavoro estenuanti, senza ferie, riposi settimanali ed indennità accessorie, violando ogni regola in materia di sicurezza ed igiene sui luoghi di lavoro. Il procedimento è scaturito dalla denuncia di un cittadino marocchino dipendente dall’imprenditore, sostenuto dall’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni – Progetto DI.AGR.AMMI SUD, finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raccoglitori di agrumi costretti a pagare il loro "caporale" per poter lavorare: arrestato un imprenditore

CataniaToday è in caricamento