Lunedì, 26 Luglio 2021
Cronaca

Sgomberato dalla Digos il centro sociale Colapesce

L’immobile di due piani, per una superficie totale di 976 metri quadri, era stato utilizzato, dal febbraio 2004 sino al 2006, da una società catanese in “franchising” con la catena multinazionale di ristorazione “Hard Rock Cafè”

Nelle prime ore di questa mattina, personale della Digos della Questura di Catania, su delega dell’Autorità giudiziaria, ha proceduto all’ispezione dell’immobile di via Domenico Tempio, occupato dal 18 gennaio del 2018, da soggetti del collettivo politico antagonista “Liberi Pensieri Studenteschi” e “Comunità Resistente Piazzetta” che vi hanno costituto la sede del Centro Popolare Occupato “Colapesce”.

L’immobile di due piani, per una superficie totale di 976 metri quadri, era stato utilizzato, dal febbraio 2004 sino al 2006, da una società catanese in “franchising” con la catena multinazionale di ristorazione “Hard Rock Cafè”. Alla chiusura, a causa del fallimento della società, erano poi seguiti vari contenziosi giudiziari, conclusi con l’acquisto da parte di una nuova proprietà. A seguito della denuncia di occupazione sporta da quest’ultima, la Digos ha redatto un’informativa di reato, ritualmente trasmessa alla Procura della Repubblica che ha disposto l’ispezione dei luoghi per verificarne lo stato.

Dopo aver fatto accesso all’interno dell’immobile, personale del Gabinetto regionale polizia scientifica ha proceduto alle operazioni di video ripresa interna, al fine di repertare il materiale rinvenuto. Contemporaneamente, personale dell’Enel ha constatato l’avvenuto furto di energia elettrica, mediante allaccio abusivo alla corrente esterna. A conclusione delle operazioni interne, si è provveduto alla restituzione dei locali alla proprietà, la quale ha effettuato tutte le opportune opere di chiusura dei locali, al fine di impedire ulteriori arbitrarie occupazioni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sgomberato dalla Digos il centro sociale Colapesce

CataniaToday è in caricamento