Via Furnari, 20 famiglie costrette allo sgombero dopo i lavori a un nuovo edificio

Da giorni, in via Furnari, gli abitanti del palazzo al civico 21 sono notte e giorno affacciati alla finestra. Pronti a sfidare chiunque in vista dello sgobero del loro stabile, previsto per il 21 agosto prossimo

Il 21 agosto gli abitanti del palazzo di via Furnari, al civico 21, saranno costretti ad abbandonare le loro abitazioni. L'edificio non versa certo in condizioni ottimali, ma tutto sommato all'interno delle abitazioni, quasi tutte in locazione, non ci si può lamentare di nulla. Qui nulla ricorda la fatiscenza ostentata del vecchio palazzo di cemento a Librino.

Case normali abitate da operai e casalinghe che pagano un affitto regolare "da oltre 20 anni", come precisa qualcuno dei vecchi inquilini. "Ma adesso dicono che dobbiamo andarcene di punto in bianco, senza sapere dove potremmo portare le nostre cose. Abbiamo già chiesto al comune di trovare una soluzione e ci hanno chiuso la porta in faccia. Siamo pronti alla guerra, da qui non ci sposteremo!".

Da giorni gli abitanti del palazzo stanno notte e giorno affacciati alla finestra, pronti a sfidare chiunque in vista dello sgobero del loro stabile. Per ribadire il concetto hanno appeso sulla facciata ed in strada striscioni ricavati da vecchie lenzuola. "Tutto è cominciato due anni fa, con i lavori per la costruzione di un nuovo complesso edilizio accanto al nostro stabile - spiega la signora Laura portandoci in giro per le stanze della propria abitazione al 3 piano e ricordo che gli operai erano in cantiere notte e giorno martellando di continuo il terreno. Tremava tutto, le bomboniere sul comodino facevano su e giù". Apparentemente le pareti non sono lineate, ma secondo una perizia stilata di recente, non ci sono più i presupposti per garantire l'abitabilità. E questa, per adesso, sembra essere l'unica certezza in questa situazione di ordinaria emergenza tutta catanese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

Torna su
CataniaToday è in caricamento