Siap, lettera aperta al nuovo Questore: "Troppi pochi uomini e mezzi"

La segreteria provinciale del sindacato di polizia scrive al neo questore Gualtieri dando il benvenuto e chiedendo "di relazionarsi con le istituzioni locali" per risolvere i principali problemi della città

La segreteria provinciale etnea del sindacato di polizia scrive al neo Questore di Catania,Giuseppe Gualtieri con una lettera aperta sulle principali problematiche della città. "Un saluto di benvenuto al nuovo Questore di Catania, ma anche una lettera in cui si spiegano le esigenze dei poliziotti catanesi e i problemi che affrontano nel quotidiano. La segreteria provinciale Catanese del piap e il suo segretario a margine del risultato del riordino delle carriere aspettato da tanti anni, accolgono il Dott. Gualtieri alla guida della Questura con entusiasmo e voglia di collaborare, recapitando una nota in cui si argomentano alcune delle problematiche dei poliziotti catanesi. La polizia catanese nell’intera provincia negli ultimi anni, non ha sicuramente migliorato la propria dotazione logistica e di uomini, il trend di frammentazione e spreco di risorse, non è cambiato né diminuito anzi è peggiorato, la questioni sbarchi e le attività di prevenzione e repressione pur avendo avuto un calo di reati, rappresentato dall’ottimo lavoro della polizia di stato, non accenna a diminuire, il Cara di Mineo, le questioni interne, i commissariati svuotati di competenze, hanno prodotto evidenti scollamenti con il territorio presidiato dalle sole volanti, gli ospedali e le scuole sono state le prime istituzioni pubbliche a risentirne".

"C’è bisogno di fiducia e di organizzazione ma soprattutto, - continua il segretario Vendemmia - di relazionarsi con le istituzioni locali per risolvere la problematica delle infrastrutture in questa città rimaste tantissime e costose ed ognuna con pericoli di cedimenti, crolli e chiusure parziali a seguito di mancati interventi, di cui recentemente è stato presentato un esposto alla Procura. Fa piacere aver finalmente il nuovo commissariato di Librino, dopo cinque lunghi anni dall’assegnazione, anche se con pochi uomini e mezzi, come aver letto della notizia della nuova costruzione della caserma dei Carabinieri in zona industriale in meno di tre anni, segno che in questa città un po’ di attenzione per le forze dell’ordine si comincia a materializzare, ma la grande scommessa di tutti i cittadini che desiderano ordine e sicurezza sarà la materializzazione di un polo unico per la polizia, il che permetterà una migliore razionalizzazione delle risorse, una riduzione delle spese e un maggior controllo della città.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Bancarotta fraudolenta, sotto sequestro 3 ristoranti: arrestato il titolare del "Cantiniere"

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

  • Un incendio per disfarsi delle cimici, smantellate due piazze di spaccio: 16 arresti

  • Coronavirus, registrate complicanze neurologiche nei bambini coinvolti

Torna su
CataniaToday è in caricamento