Martedì, 21 Settembre 2021
Cronaca

Il "caso" Sicilia: gli over 50 ancora non sono vaccinati

"Il 90% dei ricoverati non è vaccinato" ricorda Giovanni Migliore, Presidente della Federazione Italiana delle Aziende Sanitarie ed Ospedaliere. Eppure in alcune regioni i soggetti più fragili non hanno aderito al piano vaccinale

Se per novembre è atteso il via libera alla vaccinazione anti covid per gli under 12 (Pfizer e Moderna hanno quasi ultimato gli studi clinici), ci sono ancora milioni di persone over 50 e quindi più esposte a gravi conseguenze in caso di infezione da coronavirus che ancora non si sono sottoposti alla vaccinazione. Se infatti oggi è stato traguardato l'obiettivo dei 35 milioni di immunizzati emerge come oltre il 28% dei cinquantenni non abbia aderito alla vaccinazione, ovvero circa due milioni e 7mila persone su una platea stimata di 9.651.541. Un milione e mezzo sarebbero invece i sessantenni (19% della platea stimata), poco più di 800mila i settantenni.

Non necessariamente no vax, ma anche persone che non possono accedere al vaccino per ragioni di fragilità. Tuttavia emerge un dato che evidenzia come vi siano regioni dove si è vaccinato meno. Inferiore alla media nazionale della vaccinazione per 50enni (70%) e 60enni (80%) risultano Sicilia, Calabria, Alto Adige e Friuli Venezia Giulia. In ritardo anche la Liguria ma con una buona percentuale in attesa della seconda dose. 

In particolar modo - visto anche l'alto numero degli abitanti - spicca il caso della Sicilia dove mancano all'appello oltre 255mila cinquantenni e oltre 170mila sessantenni che non hanno ancora avuto neppure una dose di vaccino. 

nessuna dose vaccino-2

Appare quanto mai evidente il dato che lega le mancate vaccinazioni al numero di casi gravi di covid che si registrano nell'isola: attualmente è proprio la Sicilia a guidare il computo del maggior numero di contagi (868 nuovi casi solo oggi) e dei decessi (9 morti solo oggi) mentre è vicina la soglia del 15% di occupazione dei posti covid in ospedale dove attualmente sono ricoverate 459 persone mentre nelle terapie intensive trovano posto 59 pazienti che lottano per la vita.

"Il 90% dei ricoverati non è vaccinato" ricorda oggi Giovanni Migliore, Presidente della Federazione Italiana delle Aziende Sanitarie ed Ospedaliere (FIASO). "I responsabili delle terapie intensive ci dicono che quasi tutti i loro pazienti affetti da Covid, il 90%, non sono vaccinati, e ciò conferma che il vaccino è l'arma più efficace a nostra disposizione per contrastare la pandemia e i suoi effetti peggiori. "L'allarme sulla ripresa dei ricoveri, alcuni gravi da richiedere la rianimazione, conferma la necessità di non abbassare la guardia e di proseguire nella campagna di vaccinazione".

fonte Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il "caso" Sicilia: gli over 50 ancora non sono vaccinati

CataniaToday è in caricamento