Sicurezza Circonvallazione: "Reinstallare il vecchio ponte sopraelevato"

E' quanto chiede Vincenzo Parisi, presidente della commissione al Bilancio, che precisa come i passaggi pedonali sulla circonvallazione di Catania siano estremamente pericolosi

"L’ho dichiarato nel 2015 e lo ribadisco adesso: i passaggi pedonali sulla circonvallazione di Catania sono estremamente pericolosi. L’amministrazione che promette interventi immediati all’indomani della morte del povero ragazzo è una “pezza” che sa tanto di beffa. Un’opera tardiva per una questione in cui la tragedia era già praticamente annunciata da tempo. I pedoni che rischiano la vita per passare da una parte all’altra della strada non è una “tantum” ma una costante quotidiana sulla circonvallazione". E' quanto dichiara Vincenzo Parisi, presidente della commissione al Bilancio che precisa, nei tanti sopralluoghi effettuati, ha raccolto le lamentele di decine e decine di persone.

"Molti tamponamenti sono stati scongiurati per un soffio: perché la persona è stata schivata all’ultimo momento, perché l’automobilista è riuscito a frenare in tempo oppure perché il pedone è riuscito a scansarsi. Certe tragedie sono state evitate per questione di pochi centimetri. Le linee zebrate ci sono, e sono ben visibili. Il semaforo pedonale funziona. Ma allora perché certi incoscienti non si fermano davanti alle persone che attraversano le corsie? Qui l’inciviltà regna sovrana e, per quanta segnaletica potrà essere istallata dal comune, l’automobilista o il centauro indisciplinato ci sarà sempre", continua Parisi che chiede al sindaco di Catania di reinstallare il vecchio ponte sopraelevato presente al viale Doria prima dell’apertura del cantiere per la realizzazione sottopasso del viale Fleming.

"Un’opera smontata anni fa e che nessuno ora sa più che fine abbia fatto. In alternativa, si potrebbe spostare il ponte pedonale, che attualmente si trova nei pressi di via Due Obelischi, davanti all’ingresso della Cittadella Universitaria del viale Doria. Una struttura oggi praticamente inutilizzata dalla gente e che in passato qualche ragazzo usava solo per appenderci gli striscioni d’amore per la propria fidanzata. Si tratterebbe dell’unica soluzione fattibile per evitare che, passando da una parte all’altra della circonvallazione oppure per seguire una lezione in facoltà, il povero studente rischi di essere asfaltato dall’incivile di turno", conclude Parisi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

Torna su
CataniaToday è in caricamento