Sigonella - Fontanarossa: si studiano soluzioni per adeguare lo scalo militare

Tra i problemi da risolvere: la rimozione delle barriere d'arresto esistenti sulla pista e utilizzate dai velivoli militari e la necessità di predisporre un'area da dedicare alle operazioni di scalo

Una volta scelta la base militare di Sigonella  -in sostituzione di Fontanarossa durante il periodo di chiusura per lavori - adesso, il gruppo di lavoro dovrebbe predisporre entro la fine della prossima settimana le soluzioni alle reali criticità prospettate dall’Aeronautica Militare.

In particolare, i problemi da risolvere riguardano: la rimozione delle barriere d’arresto esistenti sulla pista e utilizzate dai velivoli militari; la necessità di predisporre un’area da dedicare alle operazioni di scalo; l’individuazione di chi dovrà assicurare l’assistenza antincendio; chi si occuperà del controllo del traffico aereo. Ai passeggeri che partiranno e arriveranno a Sigonella dovranno, inoltre, essere assicurati servizi quali autobus, taxi, navette di trasferimento.

Tutti problemi concreti, ma che già in passato hanno trovato soluzioni concordate, nell’interesse della collettività, con specifici accordi interministeriali fra Ministero Infrastrutture e Trasporti e Ministero Difesa per garantire l’operatività dell’aviazione commerciale nel periodo di chiusura di Fontanarossa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

  • Un incendio per disfarsi delle cimici, smantellate due piazze di spaccio: 16 arresti

Torna su
CataniaToday è in caricamento