Sigonella, M5s: Marina Usa morosa per 12 milioni di contributi Inps

Lo affermano i deputati M5S Gianluca Rizzo e Giulia Grillo in un'interrogazione ai ministri della Difesa, Roberta Pinotti, e dell'Economia, Piercarlo Padoan, chiedendo di "intervenire subito per garantire il rispetto dei diritti dei lavoratori italiani"

"E' inaccettabile che la Marina militare degli Stati Uniti non versi i contributi previdenziali al personale civile italiano che lavora nella base aerea di Sigonella in Sicilia. A quanto ci risulta la Us Navy sarebbe morosa per oltre 12 milioni di euro per contributi non versati al personale italiano dipendente". Lo affermano i deputati M5S Gianluca Rizzo e Giulia Grillo in un'interrogazione ai ministri della Difesa, Roberta Pinotti, e dell'Economia, Piercarlo Padoan, chiedendo di "intervenire subito per garantire il rispetto dei diritti dei lavoratori italiani".

"È una questione di dignità oltre che di principio - aggiungono - e quello di Sigonella non è l'unico caso. Da una verifica incrociata con i dati Inps, il personale di Riscossione Sicilia ha constatato che anche la base di Napoli risulta morosa nei confronti del fisco per mancato versamento dei contributi ai lavoratori civili della Us Navy. Addirittura la base di comunicazioni concessa ad uso esclusivo alla marina militare Usa a Niscemi, e che ospita l'impianto Muos, risulta completamente inesistente al fisco italiano".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

Torna su
CataniaToday è in caricamento