Giarre, sindaco a colloquio con la Lorenzin per salvaguardare ospedale

il Direttore Botti ha avanzato la proposta di convocare un tavolo tecnico sul futuro dell’Ospedale di Giarre con l’assessore regionale alla Salute, Lucia Borsellino, e i rappresentanti del Distretto Socio-Sanitario di Giarre, da riunire prima dell’approvazione definitiva del Piano sanitario regionale

Il sindaco di Giarre Roberto Bonaccorsi è stato ricevuto a Roma dal Ministro della Salute, on. Beatrice Lorenzin per discutere delle possibili iniziative inerenti la salvaguardia dell'ospedale della cittadina entea. Al colloquio hanno preso parte il Direttore generale della Programmazione sanitaria del Ministero, Renato Botti,il segretario particolare del Ministro, il sen. Giuseppe Pagano ed il vicesindaco di Giarre, Salvo Patanè.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’intento manifestato dal primo cittadino è quello di frenare il ridimensionamento della qualità dei servizi offerti dalla struttura ospedaliera giarrese e delle risorse ad essa destinate, richieste peraltro evidenziate dal sen. Pagano in sede di interrogazione parlamentare. A tal fine, il Direttore Botti ha avanzato la proposta di convocare un tavolo tecnico sul futuro dell’Ospedale di Giarre con l’assessore regionale alla Salute, Lucia Borsellino, e i rappresentanti del Distretto Socio-Sanitario di Giarre, da riunire prima dell’approvazione definitiva del Piano sanitario regionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento