Sisma di S. Stefano, incontro pubblico sullo stato degli interventi

All'iniziativa presso il Centro coordinamento di San Giovanni La Punta hanno partecipato i sottosegretari Vito Crimi e Salvatore Giuliano e i vertici della Protezione civile

Nella mattinata di oggi, 18 gennaio 2019, nella sede del Centro di Coordinamento Regionale (COR) di San Giovanni la Punta (CT), si è svolto un incontro pubblico per fare il punto sulla situazione degli interventi svolti e di quanto ancora necessario per le popolazioni e per i territori colpiti dal sisma del 26 dicembre scorso.

All'iniziativa hanno partecipato i sottosegretari del Governo Vito Crimi (alla Presidenza del Consiglio dei Ministri) e Salvatore Giuliano (all'Istruzione). Presenti al tavolo il capo della Protezione Civile Nazionale, Angelo Borrelli, il Capo della Protezione Civile Regionale, Calogero Foti, il Prefetto di Catania Claudio Sammartino e il direttore regionale dei Vigili del Fuoco per la Sicilia, Gaetano Vallefuoco.

All'incontro è stata ribadita l'attenzione che, su più fronti, il Governo e le Istituzioni competenti intendono continuare a garantire, per gli ulteriori interventi necessari alla messa in sicurezza, alla ricostruzione e al ritorno alla normalità, con una particolare attenzione al risarcimento dei danni, alla ripresa delle attività produttive, al ripristino della viabilità ed alla completa e sicura fruibilità degli edifici scolastici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento