Consorzio di Bonifica, mancano i fondi: sit in dei dipendenti licenziati

Sono circa 140 i dipendenti del Consorzio di Bonifica 9 che rischiano di perdere il proprio posto di lavoro. Si sono dati appuntamento questa mattina alle 7.30 sotto i locali della sede catanese di via Centuripe per protestare contro la mancata proroga del contratto di lavoro

Sono circa 140 i dipendenti del Consorzio di Bonifica 9 che rischiano di perdere il proprio posto di lavoro. Si sono dati appuntamento questa mattina alle 7.30 sotto i locali della sede catanese di via Centuripe per protestare contro la mancata proroga del contratto di lavoro, causata da una momentanea carenza di fondi dovute dalla mancata approvazione della finanziaria regionale.

"Chiediamo di posticipare di un mese la cessazione del rapporto di lavoro in attesa che si risolva il nodo dei finanziamenti all'Ars - spiega Alfio Mannino, segretario provinciale Flai CGIL- anche perchè in questo momento dell'anno è necessario aprire i canali di irrigazione per far arrivare l'acqua nelle campagne e se nessuno può farlo potrebbero esserci gravi danni anche per l'agricoltura". Il sit in dei dipendenti continuerà per tutta la mattinata ed è stata già attivata una interlocuzione col la Prefettura di Catania.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

Torna su
CataniaToday è in caricamento