rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Catania

Slargo dedicato alle vittime della strada, Capuano: "Emozionato, era una mia proposta che dedico a mio fratello"

Lo slargo si trova a Catania tra via Etnea e via Empedocle. Il consigliere del MpA ha annunciato che presto chiederà di poter installare nelle vicinanze del cartello di toponomastica un vaso con dei fiori per consentire alla cittadinanza di omaggiare coloro che non ci sono più

A Catania uno slargo tra via Etnea e via Empedocle sarà dedicato alle vittime della strada. Damiano Capuano, consigliere del Mpa della seconda municipalità, ne ha dato annuncio commentando la concretizzazione della sua richiesta di intitolazione e rivelando anche che a breve chiederà di poter installare nelle vicinanze del cartello di toponomastica un vaso con dei fiori per consentire alla cittadinanza di omaggiare coloro che non ci sono più. "Sono enormemente emozionato per la realizzazione della mia proposta di intitolare uno slargo della città di Catania alle vittime della strada - dichiara Capuano -. Essendo responsabile per Catania dell’Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada ONLUS, questa mia vittoria è anche la vittoria di un’intera città, se è vero che questo luogo diventerà spunto di riflessione ed è stato scelto appositamente in un punto di grande di passaggio come la via Etnea".

"Una strada dove, peraltro, a distanza di 500 metri dallo slargo, perse la vita mio fratello ormai 13 anni fa, a causa di un incidente durante la festa di Sant’Agata - ha spiegato il consigliere comunale -. È anche una vittoria sociale perchè tocca un tema che ad oggi è una vera e propria piaga sociale: basta consultare i numeri che riguardano morti, feriti ed incidenti sulle strade di Catania. Il mio sogno è che magari, motociclisti ed automobilisti che transitano in questo luogo (dove purtroppo quest’anno hanno perso la vita due giovani in moto) possano anche solo per un momento riflettere sul significato della frase vittime della strada e che tale pensiero li possa accompagnare durante la guida, spingendoli a rispettare le regole. Catania ha bisogno di una rivoluzione culturale e sociale per poter crescere, che parta anche da iniziative simili su temi importanti come la guida. Nel 2023 è inammissibile morire in strada, a causa di un totale disinteresse sull’educazione stradale".

"Bisogna impegnarsi, cosa che io farò sempre e che ho fatto durante tutto il mio mandato, per promuovere proposte che riguardino la sicurezza e l’educazione stradale. Ringrazio la commissione toponomastica per aver ritenuto valida la mia proposta. Dedico con tutto il mio cuore questo slargo a mio fratello Andrea, a tutte le vittime della strada ed ai loro familiari, anch’essi vittime tanto quanto chi sulla strada purtroppo ci ha perso la vita - conclude Capuano -. Basta fiori sull’asfalto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Slargo dedicato alle vittime della strada, Capuano: "Emozionato, era una mia proposta che dedico a mio fratello"

CataniaToday è in caricamento