“Smart Traveller” per promuovere il “prodotto Catania": l'idea di FederalbergiSicilia

Le linee del progetto sono state illustrate stamattina dal sindacoEnzo Bianco, dall’assessore alla Cultura Orazio Licandro e dal presidente regionale di Federalberghi, Nico Torrisi. Alla riunione hanno partecipato anche i consiglieri Mastrandrea e Messina

Intorno al tavolo per “costruire il prodotto Catania” partendo dal progetto “Smart  Traveller”, lanciato dal presidente regionale di Federalberghi Nico Torrisi e fatto proprio dall’Amministrazione comunale attraverso i consiglieri Maria Ausilia Mastrandrea, vicepresidente della commissione consiliare cultura, e Alessandro Messina.

Le linee del progetto sono state illustrate stamattina dal sindaco Enzo Bianco, dall’assessore alla Cultura Orazio Licandro  e dal presidente regionale di Federalberghi, Nico Torrisi. Alla riunione hanno partecipato anche i consiglieri Mastrandrea  e Messina.

“ Smart Traveller ”, è il progetto, che mette insieme turismo e cultura e innovazione, lanciato da Nico Torrisi, e che vede lavorare insieme Amministrazione e mondo privatoimprenditoriale. L’obiettivo è quello di creare per Catania e per il distretto della Sicilia di Sud Est, la cosiddetta “destination reputation”cioè la creazione di un’area appetibile dal punto di vista turistico e culturale, costruita dall’insieme di informazioni fornite al turista e dall’esperienza vissuta col viaggio che viene condivisa attraverso il web prima durante e dopo la vacanza.

“ Lavorare insieme – hadetto Bianco - porterà ad avere opportunità in più per tutti.  Il. progetto rientra nelle linee guida di questa Amministrazione. Penso all’esperienza di Officine Culturali con i Benedettini che può essere potenziata con la visita della cupola per guardare Catania dall’alto, e con l’assessore Licandro stiamo lavorando per questo. Penso anche ad una visita guidata del Bellini, dove ad accogliere i turisti potrà essere un giovane flautista con la sua musica o il museo Verga illustrato da un attore magari intervallando con passi delle novelle o di altri scritti. Trasformare i musei in luoghi di accoglienza“.

Per realizzare “ Smart Traveller” saranno a disposizione fondi comunitari arrivati attraverso  una linea di progetto guidata dal Cnr- beni culturali che prevede lo sviluppo di una guida virtuale su smartphone per l’uso anche offline in più lingue.  Inoltre, ha annunciato il sindaco,  sono disponibili fondi del Prusst per avere  un piano turistico che sarà stilato da una primaria agenzia internazionale, scelta dagli operatori turistici.

“ Naturalmente – ha continuato il primo cittadino - cifaremo promotori con le compagnie aeree e di navigazione perché accettino di fare pacchetti economicamente attraenti così come chiederemo ai ristoratori di predisporre menù in più lingue. In questo senso stiamo lavorando per una convenzione con l’Università e con le Guide per offrire gratuitamente le traduzioni agli operatori“. In cantiere anche “Catania Card” per promuovere le opportunità del circuito museale. “ I musei hanno già adesso- ha detto Licandro –orari europei con aperture dalle 9 alle 19, sono in corso accordi con le guide turistiche e l’accesso a sconti per chi si ferma in città”.

“ E’ importante- ha detto Nico Torrisi-  “costruire” un’idea di città metropolitana turistica che non si fermi qui a Catania ma abbracci tutto il comprensorio. Ciò darebbe opportunità di lavoro anche per i giovani oltre che per il comparto del turismo”.

“Allo studio- ha detto il sindaco – anche il carsharing, giàsperimentato con successo in tante realtà europee,  che permetterà al turista di prendere un auto magari a Catania e lasciarla, se vuole, in un comune  del Distretto del Sud- Est”.    

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento