Weekend con diversi incidenti in mare: tre barche soccorse dalla Guardia Costiera

Si registra anche la buona condotta dei diportisti: su 30 controlli effettuati sulle imbarcazioni, il personale della Guardia Costiera ha rilasciato altrettanti “Bollini Blu”

Nella giornata di sabato, le unità navali della Guardia Costiera sono intervenute per soccorrere un gommone, che a causa di una avaria al motore rischiava di schiantarsi sugli scogli del litorale acese. Nei guai anche una barca a vela, che per le forti raffiche di vento era impossibilitata a manovrare e rientrare nel porto di Catania. Mentre nella serata di domenica, in prossimità dei Faraglioni, un’imbarcazione a vela di 12 metri con a bordo 3 persone stava andando alla deriva a causa del malfunzionamento del sistema di governo ed è stata tratta in salvo grazie ad una tempestiva segnalazione pervenuta dalla stazione radio costiera di Augusta. Il pronto intervento dell’unità Sar Cp 304 con l’ausilio del battello veloce B19 della Guardia Costiera di Catania, hanno permesso di raggiungere la barca a vela e rimorchiarla fino al porto di Catania per la messa in sicurezza all’ormeggio.

Si registra anche la buona condotta dei diportisti: su 30 controlli effettuati sulle imbarcazioni, il personale della Guardia Costiera ha rilasciato altrettanti “Bollini Blu”, la certificazione ministeriale sulla correttezza della documentazione e delle dotazioni di sicurezza da tenere a bordo. Anche via terra i militari della Guardia Costiera sono stati occupati a verificare che strutture balneari e spiagge libere rispettassero le indicazioni per garantire una balneazione in sicurezza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento