Scoperta una nuova specie di coleottero in una grotta dell'Etna

"Solariola bucolorum" è il nome di questo curioso insetto, che abita nella grotta di Piano Porcaria, nel monte Crisimo, a 1100 metri di altezza

Una nuova specie di coleottero è stata scoperta in una grotta dell'Etna da due speleologi del Club Alpino Italiano di Catania, Carmelo Bucolo ed Elisa Musumeci. "Solariola bucolorum" è il nome di questo curioso insetto, che abita nella grotta di Piano Porcaria, nel monte Crisimo, a 1100 metri di altezza.

La scoperta

"Io e mia moglie siamo biologi specializzati nella biodiversità e qualità dell'ambiente e ci piace molto studiare gli animali. Da più di 12 anni - spiega Bucolo,direttore del Gruppo Grotte del Cai di Catania - pratichiamo la speleologia proprio per conoscere questo nuovo ecosistema. Abbiamo compiuto uno studio biospeleologico nella grotta di Piano Porcaria, sita nel territorio di Linguaglossa. Dopo aver ricevuto il permesso del Parco dell'Etna abbiamo messo in atto i nostri campionamenti e presentato il nostro lavoro al Congresso Nazionale di Speleologia "Condividere i dati" a Pertosa. Tra le varie specie censite troviamo questo piccolo coleottero, appartenente alla famiglia dei curculionidi".

Lo studio della nuova specie

"Identificare i nuovi insetti - continua Bucolo -è spesso molto difficile. Occorre il supporto di entomologi specializzati nello studio delle varie famiglie, in questo caso la famiglia curculionidae. Abbiamo così preso contatto con il professor Cosimo Baviera dell'università di Messina, che ha identificato il nostro coleottero come appartenente al genere Solariola, sospettando che potesse trattarsi di una nuova specie". Oggi è stato pubblicato il risultato del suo lavoro, realizzato insieme al dottor Giuseppe Osella ed al dottor Cesare Bellò, nella rivista scientifica internazionale "Zootaxa" con un articolo dal titolo “A taxonomic monograph of the genus Solariola Flach, 1908 (Coleoptera: Curculionidae: Entiminae)”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le caratteristiche del coleottero

Quando viene scoperta una nuova specie è possibile che lo studioso assegni alla specie il nome dello scopritore, e così è stato anche in questo caso. "Eravamo in due - spiega ancora Carmelo Bucolo - ed essendo spostati ci è stato proposto di mettere il cognome da coniugi. Quello che abbiamo scoperto è un piccolo coleottero, appartenente alla famiglia dei curculionidi di circa 3,80 millimetri. Ha il corpo snello, cuticola depigmentata e sclerificata, elitre particolarmente allungate con setole appiattite e reclinate e forature particolarmente superficiali. Rostro allungato e antenne lunghe e sottili. Non si conosce ad oggi bene la sua biologia, ma si nutre di piante e si rifugia sottoterra. Infatti lo abbiamo sorpreso all'interno di una grotta vulcanica nel tratto di galleria dove il suolo era molto più sabbioso".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza regionale sul Coronavirus: obbligo di mascherina e più controlli

  • Coronavirus, casi positivi al Cutelli e alla Livio Tempesta: studenti e personale in quarantena

  • Carabiniere preso a calci e pugni ad un posto di blocco da un 39enne

  • Incidente in Tangenziale, traffico in tilt: un ferito grave

  • Coronavirus, un positivo sul volo Milano-Catania: appello dell'Asp ai passeggeri

  • Operazione antidroga, sequestrati 1.300 chili di marijuana: 6 arresti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento