Due catanesi denunciati a Vizzini mentre cercavano di piazzare soldi falsi

I due sono entrati all’interno di un bar di Vizzini e con la scusa di fare una consumazione ha poi pagato con una banconota da 50 euro falsa

Una donna catanese di 43 anni è stata 'pizzicata' dai carabinieri di Vizzini mentre cercava di spendere delle monete falsificate. Denunciato per lo stesso motivo anche un 48enne suo complice. I due sono entrati all’interno di un bar di Vizzini e con la scusa di fare una consumazione ha poi pagato con una banconota da 50 euro falsa.

Il proprietario, accorgendosi dell'inganno, ha chiamato subito i carabinieri che hanno individuato e bloccato i due mentre cercavano di allontanarsi a piedi nelle vie limitrofe. La banconota fraudolenta è stata sequestrata. L’arrestata, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stata posta ai domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Bancarotta fraudolenta, sotto sequestro 3 ristoranti: arrestato il titolare del "Cantiniere"

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

  • Un incendio per disfarsi delle cimici, smantellate due piazze di spaccio: 16 arresti

  • Coronavirus, registrate complicanze neurologiche nei bambini coinvolti

Torna su
CataniaToday è in caricamento