Traffico migranti - Ong, Alfano: "Pm Zuccaro ha ragione al 100 per cento"

Sono tantissime le manifestazioni di solidarietà nei confronti del procuratore di Catania. Anche il ministro degli Esteri Angelino Alfano ha pubblicamente dichiarato che Zuccaro "ha posto una questione vera"

"Io do cento per cento di ragione al procuratore Zuccaro, perché ha posto una questione vera". Lo ha detto il ministro degli Esteri, Angelino Alfano, a Taormina dopo una serie di incontri e sopralluoghi in vista del G7, commentando così la dichiarazione del procuratore di Catania in merito ai presunti rapporti tra alcune Ong e il traffico di migranti.

Le affermazioni di Zuccaro sono arrivate fino al Csm e il 9 maggio il Pm sarà ascoltato in audizione proprio dalla Commissione inchiesta migranti. Nonostante la polemica non sono mancate le testimonianze di solidarietà nei confonti del magistrato."Tutti coloro i quali devono sapere sanno che questo rischio c'é - ha aggiunto Alfano - Ha il cento per cento di ragione lui. Sono degli ipocriti e dei sepolcri un po' imbiancati tutti quelli che si indignano a comando. Cioè, se i magistrati dicono delle cose che a loro piacciono, allora i magistrati possono parlare; se dicono cose che a loro non piacciono, i magistrati devono stare zitti". Per il ministro Alfano "il procuratore Zuccaro non ha generalizzato, non ha sparato genericamente su tutte le ong, ma occorre andare fino in fondo".

"Il procuratore Zuccaro, - affermano i parlamentari siciliani del Movimento 5 stelle - così come tante altre volte hanno fatto i suoi colleghi in tutta Italia, ha semplicemente espresso delle preoccupazioni su un tema che evidentemente ben conosce, ribadendo, peraltro, una posizione espressa da Frontex. Non comprendiamo quali siano le ragioni per le quali si stia sollevando un polverone politico/mediatico nei confronti di un magistrato che sta operando per il rispetto della legge. Peraltro, a nostro avviso, le parole del procuratore Zuccaro vengono strumentalmente equivocate per il semplice fatto che, senza generalizzare, ha mosso dei dubbi solo su una piccola parte di Ong, sul cui operato sembrerebbero esserci delle ombre. La lingua italiana non è un concetto opinabile a meno che ci sia un tentativo di delegittimazione verso una Procura che ha anche scoperchiato calderoni importanti come l’intreccio tra affari e politica nella gestione del Cara di Mineo. Le preoccupazioni di Frontex e della Procura della Repubblica di Catania non sono quindi una delegittimazione delle Ong - continuano i grillini -, ma vanno nella direzione della tutela della maggioranza di Ong che operano nel pieno rispetto delle regole".

IL SINDACO BIANCO: "LASCIAMO LAVORARE LA PROCURA"

Solidarietà e appoggio al procuratore etneo anche da parte del segretario generale territoriale di Ugl Catania Giovanni Musumeci che afferma:"Aldilà dei tecnicismi sull'utilizzo o meno delle fonti, è chiaro che quello del procuratore di Catania Carmelo Zuccaro è un vero e proprio grido di allarme sulla questione relativa all'azione di alcune Ong che si occupano del salvataggio dei migranti nel Mediterraneo. Purtroppo, come quasi tutto quello che accade in Italia, anche una dichiarazione così seria è stata subito trasformata in caciara politica con tanto di convocazione del capo della procura catanese davanti al Csm. Esprimiamo solidarietà e sostegno a Zuccaro affinchè continui nella ricerca della verità, individuando chi vuol fare dell'immigrazione un business, ma adesso temiamo per la sua incolumità. In una così difficile indagine, lo Stato non può lasciare da solo uno dei suoi migliori uomini".

“Massima solidarietà al procuratore capo della Repubblica di Catania che con grande coraggio ha denunciato una verità scomoda.” Manlio Messina coordinatore provinciale di Fratellli d’Italia - An a Catania lancia il suo assist a Carmelo Zuccaro che sta gestendo l'indagine conoscitiva avviata dai suoi uffici sulle attività delle ong nelle operazioni di salvataggio dei migranti nel Mediterraneo. “Zuccaro subisce un attacco mediatico assolutamente immeritato ma soprattutto viene intimidito dai ministri Orlando e Minniti che pretendono delle 'prove' - afferma ancora Messina - Il procuratore nel fare queste importanti affermazioni sulle Ong, nel puntare un riflettore su questo fenomeno, chiarisce di avere i fatti provati ma di non poterne fare uso nel contesto processuale. Ci auguriamo che Zuccaro vada avanti e che piuttosto trovi il supporto necessario per concludere le indagini“

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento