menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

“Sono morto inutilmente, boss scarcerati”, danneggiato il murales di Peppino Impastato

A denunciare quanto accaduto è Interact Club Catania Ovest che, su Facebook, ha pubblicato la foto dove si legge una scritta con vernice rossa accanto alle parole e alla raffigurazione di Peppino: “Sono morto inutilmente, boss scarcerati”

Il murales di Peppino Impastato a Ognina è stato danneggiato. A denunciare quanto accaduto è Interact Club Catania Ovest che, su Facebook, ha pubblicato la foto dove si legge una scritta con vernice rossa accanto alle parole e alla raffigurazione di Peppino, murales realizzato in collaborazione con “ATLAS ONLUS”: “E’ morto inutilmente, boss scarcerati”. La portavoce dell'assocazione Giulia F. dichiara: “Al di là di quello che è stato scritto e sul quale non entro nei meriti, penso che manifestare in questo modo le proprie opinioni ed intenzioni, sia esattamente il modo più sbagliato per farlo ed altresì la maniera più inutile, scorretta e vana”, scrive in un lungo post. Non è la prima volta che il murales viene danneggiato, come ricorda la stessa associazione, che si impegna a ripristinare al più presto l’opera di street art. “A chi ha danneggiato il nostro murales su Peppino Impastato, posso solo rivolgere tutta la mia disapprovazione – recita la parte conclusiva del messaggio di Interact Club Catania Ovest –, ma verso tutti coloro che ogni volta, passando sotto quel cavalcavia e guardando quella immagine, pensano che bisogna sempre lottare e mai arrendersi, rivolgo invece tutte le mie forze e la mia caparbietà, affinché quel simbolo torni ad essere il prima possibile, quel messaggio di speranza verso un futuro migliore, fatto di gente libera e di persone sane e volenterose di un mondo più onesto”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Pulizie di casa - Proprietà e benefici dell'aceto

Salute

Ospedale Garibaldi Nesima, nuovi microscopi per l'oftalmologia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento