Sorpreso sotto casa a parlare con possibili acquirenti: dai domiciliari alla camera di sicurezza

il 39enne catanese Salvatore Lanzafame, si trovava detenuto ai domiciliari per reati legati al mondo della droga

I carabinieri della Squadra “Lupi” del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale hanno arrestato il 39enne catanese Salvatore Lanzafame, ritenuto responsabile di evasione. L’uomo, già ai domiciliari per reati legati al mondo della droga (era stato arrestato dai carabinieri di Librino), ieri sera, contravvenendo agli obblighi impostigli dalla misura detentiva, si trovava in strada parlare con altre due persone, presumibilmente due acquirenti, quando al passaggio della pattuglia dei “Lupi”, impegnata in un servizio antidroga a San Cristoforo, è fuggito infilandosi nel portone di casa e, risalendo di corsa le scale, si è “nascosto” nella propria abitazione. I militari, inseguendolo, sono saliti immediatamente al piano e dopo aver bussato insistentemente alla porta sono stati ricevuti dalla moglie e dal detenuto che, presentandosi a torso nudo, ha cercato invano di dissimulare l’infrazione appena commessa. L’arrestato, in attesa della direttissima, è stato trattenuto in camera di sicurezza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento