Estate 2014, il souvenir più gettonato dai turisti si gusta a tavola con amici e parenti

Arancini, pasta di mandorla, pistacchi di Bronte e pasticcini. Quasi un italiano su quattro (ben il 22% del totale) ha scelto di tornare dalle vacanze estive portandosi dietro prodotti tipici come souvenir. E' quanto emerge da un'indagine Coldiretti/Ixe', secondo la quale pero' quest'anno una maggioranza del 39% torna dalle ferie a mani vuote

Arancini, pasta di mandorla, pistacchi di Bronte e pasticcini. Quasi un italiano su quattro (ben il 22% del totale) ha scelto di tornare dalle vacanze estive portandosi dietro prodotti tipici come souvenir. E' quanto emerge da un'indagine Coldiretti/Ixe', secondo la quale pero' quest'anno una maggioranza del 39% torna dalle ferie a mani vuote. "Le difficolta' economiche - sottolinea la Coldiretti - costringono molti a risparmiare in vacanza e spingono anche verso spese utili, con i prodotti tipici come vino, formaggio, olio di oliva, salumi o conserve che vincono su tutte le altre scelte nell'estate 2014. Al secondo posto - continua la Coldiretti - si classificano gli oggetti tipici di artigianato, acquistati dal 20% degli italiani mentre il 18% acquista gadget, portachiavi, magliette e il 16% cartoline e immagini del luogo che perdono terreno nella sfida con gli smartphone".

Anche all'ombra dell'Etna la tendenza a fare spese utili ha dunque favorito l'acquisto di prodotti alimentari tipici da consumare al ritorno a casa con parenti e amici. E c'è solo l'imbarazzo della scelta per i turisti a caccia di prelibatezze, "circondati" da specialità di ogni tipo! Anche se, come successo qualche mese fa presso l'aeroporto Vincenzo Bellini di Catania, le esigenze del palato possono scontrarsi con le rigide norme del trasporto bagagli.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"L'Italia - conclude la Coldiretti - puo' contare sul primato europeo nell'enogastronomia con 235 prodotti a denominazione di origine (Dp/Igp) riconosciuti dall'Unione ma anche un numero record di 4.813 specialita' alimentari ottenute secondo regole tradizionali protratte nel tempo per almeno 25 anni censite dalle regioni nel 2014, ben 115 in piu' rispetto allo scorso anno".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto 2020 - Come presentare la richiesta di esenzione e rimborso

  • Coronavirus e Dpcm, Musumeci: "Ci permettano di aprire fino alle 23 ristoranti, bar, pizzerie"

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Covid-19: la differenza tra test sierologico, tampone rapido e tampone molecolare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento