Spacciava cocaina con la figlia in auto, arrestato

E' un 30enne di Palagonia. I carabinieri hanno trovato nella sua auto 17 dosi di coca pronte alla vendita

I carabinieri del nucleo radiomobile della compagnia di Palagonia hanno arrestato il 30enne Nicola Pennisi per detenzione e spaccio di droga. Ieri sera, in via Vittorio Emanuele, i militari hanno notato l’uomo intento a dialogare con un’altra persona. Appena scorti i militari, Pennisi è salito velocemente in auto con l’intento di fuggire, tentativo domato sul nascere dal pronto intervento dei carabinieri che lo hanno bloccato, mentre il secondo uomo si è allontanato velocemente a piedi facendo perdere le proprie tracce.

Droga Palagonia-6

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A quel punto i militari, approfondendo il controllo, hanno perquisito l’abitacolo dell’autovettura, dov’era seduta la figlia di soli 9 anni dell’uomo hanno trovato 17 dosi di cocaina, abilmente occultate nello scomparto dov’è fissato lo specchietto retrovisore; mentre nella tasca dei pantaloni indossati dal pusher sono stati trovati 15 euro in contanti, presumibilmente incassati poco prima dalla cessione di una dose alla persona fuggita. Estendendo la perquisizione nell’abitazione del 30enne, i militari hanno rinvenuto altre 29 dosi di cocaina, 1 bilancino elettronico di precisione e 220 euro in contanti.  Il denaro e la droga sono stati sequestrati, mentre l’arrestato è agli arresti domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, nel mirino i "fedeli collaboratori" del clan Santapaola-Ercolano: 21 arresti

  • Incidente stradale a Paternò, scontro fra due mezzi pesanti: un morto

  • Il "mistero" dei fuochi d'artificio di Picanello, sparati ogni giorno a mezzanotte

  • "Iddu" e "idda": il terrore di Giarre e Riposto, stroncata dai carabinieri la cupola di La Motta

  • Sgominate bande che rubavano sui tir e nelle case: 13 arresti

  • Dove mangiare pesce a Catania

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento