Derubò un vecchietto fingendosi dipendente comunale: arrestata

Si era presentata come un’impiegata comunale, addetta alla verifica del pagamento della tassa comunale sui rifiuti

I carabinieri di Belpasso hanno arrestato la 44enne Maria Crescimone, specializzata in truffe agli anziani. La donna, nell’ottobre del 2018, si era resa responsabile di un reato commesso ai danni di un anziano, depredato con l’inganno dei suoi averi. La vittima, che all’epoca dei fatti aveva la veneranda età di 89 anni, stava rientrando nella propria abitazione quando una donna gli si pose davanti l’uscio di casa qualificandosi come un’impiegata comunale, addetta alla verifica del pagamento della tassa comunale sui rifiuti.

Il vecchietto aveva incautamente concesso alla donna di seguirlo all’interno della propria abitazione dove quest’ultima, secondo un collaudato cliché, lo avvertiva del mancato pagamento della tassa comunale e che, conseguentemente, avrebbe dovuto rilevare le sue misure antropometriche per poter così certificare all’amministrazione il suo stato di salute. L'anziano signore si è privato dei propri monili riponendo su un tavolo alcuni anelli ed una collanina, per consentire una più accurata misurazione ma la donna si è subito allontanata con il bottino.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La successiva denuncia del vecchietto ai carabinieri di Messina ha permesso di acquisire un filmato di videosorveglianza che riprendeva la donna,inchiodandola alle sue responsabilità. Tuttavia Maria Crescimone si era resa irreperibile, nonostante la condanna ricevuta. I militari di Belpasso quindi, hanno mantenuto alta la guardia effettuando una costante ed attenta osservazione della sua abitazione e dei luoghi dove, solitamente, era stata notata in precedenza. Fino a quando, a seguito di un suo avvistamento, sono entrati in azione bloccandola e cingendole i polsi con delle severe manette. L’arrestata è stata condotta nel carcere catanese di Piazza Lanza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cancro al colon-retto, nuova tecnologia per la diagnosi precoce

  • Dopo una festa alla Playa accusa i sintomi del Coronavirus, minorenne positivo in isolamento domiciliare

  • Aeroporto, hostess con febbre: attivata la procedura di biocontenimento

  • Coronavirus, in Sicilia 7 nuovi contagi: 6 sono nel catanese

  • Allerta meteo arancione su Catania per possibili temporali

  • Incidente autonomo sull'asse dei servizi, un ferito grave

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento