Palagonia, arrestato spacciatore: con lui anche due minorenni

L’arrestato è stato posto agli arresti domiciliari, mentre i due acquirenti sono stati segnalati alla prefettura di Catania

I carabinieri di Palagonia hanno arrestato un 25enne e denunciato il fratello di 16 anni ed un altra minorenne di 15 anni, poiché ritenuti responsabili di "concorso in detenzione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti". Passando per via Degli Orti a Palagonia, hanno notato dei movimenti sospetti nei pressi di un immobile apparentemente abbandonato.

Facendo un'ispezione, oltre a sorprendere all’interno i tre giovani, hanno perquisito l’immobile rinvenendo e sequestrando una busta contenente circa 100 grammi di marijuana sfusa, 34 dosi della stessa sostanze stupefacente, un bilancino elettronico di precisione e del materiale comunemente utilizzato dagli spacciatori per confezionare le dosi di stupefacente da porre in vendita.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A conferma dell’attività illecita posta in essere dai giovani pusher, la presenza all’interno del caseggiato di due fratelli minori di nazionalità albanese, di 15 e 17 anni, intenti a fumare uno spinello. L’arrestato è stato posto agli arresti domiciliari, mentre i due acquirenti sono stati segnalati alla prefettura di Catania per uso personale di sostanze stupefacenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'università: "Calo dei contagi, l'epidemia in Sicilia finirà prima che altrove"

  • "Sono uscito per vendere droga", lo dichiara nell'autocertificazione: arrestato

  • Coronavirus, l'avanzata resta costante: in Sicilia 73 nuovi casi, a Catania +30

  • Coronavirus, numerose segnalazioni di gente in giro: immunità di gregge o incoscienza?

  • Coronavirus, frenata dei contagi in Sicilia con +71 rispetto a ieri: a Catania solo +3

  • Coronavirus, sospeso avvio della stagione balneare

Torna su
CataniaToday è in caricamento