Spaccio di droga a Catania: un pusher arrestato a Brindisi

Si tratta di un cittadino senegalese di 42 anni che si era reso irreperibile e che spacciava e minacciava pesantemente i clienti quando non riceveva le somme dovute

E’ stato rintracciato a Brindisi un cittadino senegalese, Baba Niang, destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare, per una serie di episodi di spaccio di cocaina commessi a Catania fra il febbraio 2018 e il marzo 2019.

Da quanto emerso nel corso delle indagini condotte dalle autorità catanesi, lo straniero, spacciava ed era anche particolarmente minaccioso con chi gli consegnava il denaro. Addirittura in una circostanza, avrebbe minacciato con violenza un acquirente insolvente ed i suoi familiari, nonostante questi fossero del tutto ignari della situazione di tossicodipendenza in cui versava il loro parente. Tali minacce, in particolare, si sono concretizzate nell’invio di numerosi messaggi, sia telefonici che telematici.

A seguito dell’emissione della misura cautelare, Niang è risultato irreperibile nella città di Catania. L’uomo infatti è stato fermato a Brindisi, dove è stato rintracciato al culmine di una mirata attività di polizia giudiziaria condotta dalla seconda sezione della Squadra Mobile pugliese. Dovrà rispondere dei reati di spaccio ed estorsione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento