rotate-mobile
Cronaca

I carabinieri perquisiscono le "zone calde" della periferia di Giarre: trovati cocaina, marijuana e soldi nascosti

Si è proceduto all’effettuazione di controlli e perquisizioni mirate nel quartiere “Satellite” e nei comuni del circondario giarrese, con l'utilizzo dei cani antidroga. Le sorprese non sono mancate

I carabinieri di Giarre hanno svolto un servizio di controllo del territorio contro lo spaccio ed i reati predatori, insieme ai colleghi di Riposto. Presenti anche il nucleo cinofilo di Nicolosi ed i militari dello squadrone "cacciatori di Sicilia”. Si è proceduto all’effettuazione di controlli e perquisizioni, domiciliari e personali, nel quartiere “Satellite” e nei comuni del circondario giarrese. I militari della stazione di Riposto hanno arrestato un 42enne del posto, abitante in via Gaetano De Maio, che non ha potuto nascondere il proprio nervosismo alla vista del cane antidroga 'King'. Nella sua abitazione sono state trovate 13 dosi di cocaina, una decina di grammi circa di marijuana, la somma di 185 ritenuta provento dello spaccio e, soprattutto di ben 9 schede sim ancora sigillate che, verosimilmente, sarebbero servite all’uomo per effettuare indisturbatamente le sue conversazioni telefoniche di “lavoro” con i suoi clienti.

Nel corso dell’attività, i militari hanno proceduto alla denuncia di 2 persone. In particolare, nell’abitazione di un 42enne in via Imera, nella frazione di Macchia di Giarre, hanno rinvenuto otto pericolosi manufatti esplosivi di tipo artigianale occultati dietro un congelatore. Sul posto, successivamente, sono intervenuti gli artificieri del nucleo investigativo del comando provinciale dei carabinieri. Dopo averli messi in sicurezza, li hanno campionati e repertati per la loro successiva distruzione. In via Imera, inoltre, è stata effettuata la perquisizione a carico di un 56enne che nascondeva alcuni piccoli contenitori in plastica, all’interno dei quali aveva conservato la cospicua somma di 14.400 euro.

La mancata comunicazione ai carabinieri e la sua incapacità a fornire indicazioni sulla provenienza di quella somma di denaro, oltretutto incompatibile se commisurata al reddito minimo da lui percepito, sono valse a quest’ultimo una denuncia per ricettazione. Infine, durante un’ulteriore perquisizione svolta in un alloggio popolare di piazza Tagliamento nel quartiere “Satellite” di Giarre, nel quale risiede un giarrese 51enne, i carabinieri hanno rinvenuto un bilancino di precisione. Proseguendo il controllo nell’area perimetrale esterna della palazzina, hanno rinvenuto dentro il vano del contatore idrico un involucro contenente circa 20 grammi di cocaina. Mentre il cane antidroga, sempre all’esterno dell’abitazione teatro della perquisizione, in una zona recintata ed adiacente ad essa, ha fiutato nei pressi di una aiuola una busta con quasi 900 grammi di marjuana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I carabinieri perquisiscono le "zone calde" della periferia di Giarre: trovati cocaina, marijuana e soldi nascosti

CataniaToday è in caricamento