Da Napoli a Catania, spaccio di droga trasportata in auto

Quattro ordini di custodia cautelare in carcere: la droga, trasportata dentro intercapedini di autovetture, veniva poi smerciata nel quartiere di Picanello e nel Villaggio Dusmet

Quattro ordini di custodia cautelare in carcere sono stati eseguiti la notte scorsa da agenti della Mobile di Catania nei confronti di altrettante persone ritenute responsabili dell'acquisto, del trasporto e della vendita di ingenti quantitativi di eroina e cocaina da Napoli e dalla Calabria ionica.

Destinatari dei provvedimenti restrittivi, emessi dal gip di Catania, sono C.L., di 43 anni, A.B., di 29, S.A., di 34, che si trovata agli arresti domiciliari, e C.L., di 43 e A.R., di 38, ai quali l'ordinanza è stata notificata in carcere.    

La droga, trasportata dentro intercapedini di autovetture, veniva poi smerciata nel quartiere di Picanello e nel Villaggio Dusmet. Secondo quanto accertato dagli investigatori i quattro nella primavera del 2010 erano dediti a trasporti di stupefacente, che procacciavano a Napoli, per quanto riguardava l'eroina, e nella Calabria ionica per quanto concerneva la cocaina.   

Dalle indagini è emerso ch gli arrestati si recavano periodicamente a Napoli per reperire l'eroina, mentre Barzillona, con un altro complice che si è reso irreperibile ed é attivamente ricercato, andava nella Calabria ionica per procurare la cocaina. Durante le indagini sono stati sequestrati un chilo di cocaina e 1,75 kg di eroina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

Torna su
CataniaToday è in caricamento