Donna spaccia marijuana con in casa la figlia di 7 anni

La bambina, in attesa delle decisioni del giudice, è stata affidata ad una zia materna

I carabinieri di Acireale hanno arrestato una 33enne pregiudicata che aveva in casa due chili di marijuana suddivisa in dosi pronte da spacciare, nonostante la presenza della figlia piccola di soli 7 anni. I militari sono intervenuti con una perquisizione, sequestrando anche un bilancino elettronico di precisione nonché del materiale comunemente utilizzato dagli spacciatori per confezionare le dosi di stupefacente da porre in vendita. La droga, scovata dai carabinieri nelle due camere da letto, è stata sequestrata, mentre l’arrestata in attesa della direttissima è stata trattenuta in camera di sicurezza. La bambina, in attesa delle decisioni del giudice, è stata affidata ad una zia materna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento