Sala scommesse chiusa ufficialmente, ma aperta per spaccio

L’arrivo della squadra cinofili ha permesso di rinvenire 180 dosi di marijuana, nascoste in diversi punti del locale per un peso di circa 150 grammi

La polizia di Stato arrestato Michel Mirko Lazzara, per il reato di detenzione ai fini di spaccio di marijuana. Nella mattinata di ieri i “falchi” della squadra mobile hanno notato un insolito viavai di persone all’interno di una sala scommesse del quartiere San Cristoforo. L’esercizio commerciale, apparentemente chiuso per le disposizioni anti-Covid era stato adibito a vera e propria centrale per lo spaccio. Gli agenti sono riusciti con uno stratagemma a fare ingresso dal retro del locale ed hanno sorpreso all’interno il Lazzara che immediatamente è apparso nervosissimo.

L’arrivo della squadra cinofili ha permesso di rinvenire 180 dosi di marijuana, nascoste in diversi punti del locale per un peso di circa 150 grammi. All'interno di un vano adibito a bagno sono stati rinvenuti un bilancino di precisione e la somma di circa 2800 euro in contanti, tutti suddivisi in banconote di piccolo taglio. L’uomo, già coinvolto nell'operazione “Piazza Pulita” che ha sgominato la piazza di spaccio del tondicello della Playa, è stato tratto in arresto e su disposizione del pubblico ministero di turno trattenuto nelle camere di sicurezza della questura di Catania.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

Torna su
CataniaToday è in caricamento