Rumena contesa da 3 connazionali: pistolettate contro un' auto a Picanello

Due giovani rumeni, a bordo di un’Alfa 156, si erano recati a Picanello per incontrare una giovane connazionale, che ha fatto trovare al suo posto un terzo uomo armato di pistola

Pistolettate contro un auto ieri a Picanello. Due giovani rumeni, a bordo di un’Alfa 156, si sono recati in zona per incontrare una giovane connazionale. Ad attenderli, piuttosto che la ragazza, hanno trovato un 27enne loro connazionale che, dopo un aspro confronto ha estratto una pistola calibro 6,35 caricata a salve, esplodendo alcuni colpi verso l’auto dei rivali. Le vittime, terrorizzate, sono fuggite trovando rifugio nella caserma dei Carabinieri di Via Petrella. I militari hanno quindi rintracciato il 'pistolero' nella propria abitazione. L'arma non è stata trovata mentre i carabinieri hanno rinvenuto e sequestrato in strada i tre bossoli esplosi dal rumeno, di conseguenza denunciato per minaccia aggravata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento