menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rientra l'emergenza rifiuti nell'acese, ma per ripulire ci vorranno 6 giorni

Ci vorranno almeno sei giorni di lavoro straordinario continuo per eliminare l’ordinario e quanto accumulato

Da domani il comune di Acireale potrà conferire in discarica 88 tonnellate di rifiuti. Una nuova ordinanza pubblicata dalla Regione ha ripristinato la quantità giornaliera di conferimento massima prevista. Lo comunica l’assessore all’Ambiente Francesco Fichera che ieri sera ha informato l’aula consiliare delle interlocuzioni avute con la Prefettura e gli uffici regionali, l’Assessorato regionale dell’Energia e dei Servizi di Pubblica Utilità e il Dipartimento Acque e Rifiuti e delle azioni messe in campo per fronteggiare l’emergenza.

“C’è un picco giornaliero di produzione di rifiuti di circa 90 tonnellate, che ad agosto può essere addirittura superato. Nelle scorse settimana non abbiamo avuto la possibilità di conferire la quantità prodotta giornalmente, le pesate che ho verificato si sono fermate alle 70 tonnellate. Si è accumulata una quantità stimata di circa 200 tonnellate. Ci vorranno almeno sei giorni di lavoro straordinario continuo per eliminare l’ordinario e quanto accumulato. In attesa dell’autorizzazione, abbiamo chiesto all’azienda di potenziare da giovedì mattina il numero dei compattatori per eliminare l’arretrato. Stiamo accelerando per attrezzare il centro di deposito temporaneo della frazione secca, come disposto dall’ordinanza del Presidente della Regione. Abbiamo individuato un’area alle spalle dei capannoni delle macchine infiorate della Cittadella del Carnevale, per alleggerire il peso sui cassonetti e avviare la filiera della differenziata”.

Il consiglio comunale voterà nella prossima seduta il regolamento per i servizi di raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani. La delibera è stata discussa ieri sera nel corso dell’ultima seduta, che si è aperta con un minuto di silenzio per commemorare Paolo Borsellino e gli agenti della scorta nell’anniversario della strage di via D’Amelio, proposto dal consigliere Mariella Bonanno. La delibera iene conto dell’ordinanza n°5 con cui il Presidente della Regione prescrive l’adozione o l’aggiornamento per affrontare l’emergenza siciliana dei rifiuti. Lo strumento è uno schema tipo, congruo al nuovo capitolato di igiene urbana che sarà avviato a settembre. Il disciplinare e i dettagli saranno definiti con l’imminente avvio del nuovo servizio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

McDonald’s, l’iniziativa "Sempre aperti a donare" arriva a Catania

Utenze

Rettifica della bolletta luce e gas: come richiederla

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Consiglio comunale, seduta straordinaria sull'emergenza Covid

  • Cronaca

    Nuovo furto alla "Campanella Sturzo" di Librino: è il quarto in due mesi

  • Cronaca

    Trasporta in un suv 7 chili di marijuana "skunk": arrestato

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento