menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il tribunale dice no alla scarcerazione di Speziale

Arriva un diniego: niente domiciliari o altre misure alternative per Antonino Speziale che sta scontando, dal 14 novembre 2012, otto anni di reclusione per l'omicidio preterintenzionale dell'ispettore capo Filippo Raciti

E' arrivato un diniego alla richiesta di scarcerazione avanzata dall'avvocato Giuseppe Lipera. Il tribunale nisseno ha detto che la richiesta "è da rigettarsi in quanto non appare idonea a favorire la rieducazione del reo né ad assicurare la prevenzione del pericolo di commissione di altri reati". Così non ci saranno domiciliari o altre misure alternative per Antonino Speziale, l'uomo che sta scontando, dal 14 novembre 2012, otto anni di reclusione per l'omicidio preterintenzionale dell'ispettore capo Filippo Raciti che perse la vita il 2 febbraio 2007 a seguito degli scontri tra tifosi e forze dell'ordine avvenuti durante il derby Catania - Palermo.

Speziale dovrebbe lasciare il carcere, per fine pena, il prossimo 15 dicembre. I giudici hanno rigettato la richiesta anche perché avrebbe commesso illeciti disciplinari in carcere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Bustine di gel di silice - Ecco a cosa servono

Salute

Stanchezza primaverile - Cause, sintomi e rimedi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento