Comune "congela" appalto per spiagge libere, la ditta si difende: "Siamo in regola"

La causa è da ricercare in alcuni contrasti sorti tra la ditta "Fraggetta Giuseppe" ed il comune di Catania, anche a causa di "alcuni comportamenti assunti nel passato", come spiega l'assessore al mare Rosario D'Agata

L'apertura delle tre spiagge libere della Playa slitterà ancora di qualche giorno. La causa è da ricercare in alcuni contrasti sorti tra la ditta "Fraggetta Giuseppe" ed il comune di Catania, anche a causa di "alcuni comportamenti assunti nel passato", come spiega al telefono l'assessore al mare Rosario D'Agata, senza specificare il motivo del contenzioso che pare abbia portato ad un inizio di revoca della concessione.

La gara d'appalto era stata aggiudicata provvisoriamente da questa azienda con verbale n°31 del 13 maggio 2016 con l'offerta di 86.200 euro di canone annuo per la gestione delle 3 spiagge pubbliche e del parcheggio del Palaghiaccio. Qualcosa però è andato storto ed a distanza di quasi due mesi il contenzioso è ancora insoluto.

"Le presunte irregolarità di cui parla l'assessore D'Agata - replicano dalla ditta - riguardano la vecchia gestione della ditta 'Fragetta Giuseppe', passata da padre in figlio. Oggi andremo a protocollare la lettera con l'avvocato una lettera di ricorso a queste motivazioni che potrebbero portare ad una nostra esclusione e siamo pronti a fare ricorso all'Anac. Le contestazioni che ci vengono mosse non sappiamo neanche quali siano: rispondono solo all'articolo 38 lettera F, rilevando cioè 'gravi negligenze nei confronti della stazione appaltante, che si riserva di poter fare inizio di revoca'. Nel frattempo però tutti coloro che vengono negli stabilimenti pubblici non possono godere dei servizi necessari al pubblico decoro della spiaggia".

E le foto scattate dai bagnanti sono senza dubbio una pessima cartolina di questa estate catanese, che deve ancora arrivare.

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento