Attivati gli sportelli d'ascolto per aiutare i genitori negli asili nido comunali

Ogni professionista ha incontrato le famiglie dei bambini, descrivendo le finalità del progetto, che prevede anche incontri a sostegno della genitorialità

Nella foto: l'assessore Villari e il direttore dell'Anpec Billa

Il comune di Catania inagura gli “sportelli d’ascolto”, attivati in tutti gli asili nido del comune grazie al protocollo d'intesa siglato lo scorso luglio 2016 tra l'assessorato al Welfare e l'Anpec (associazione nazionale pedagogisti clinici) della Sicilia. “Negli sportelli già operativi - spiega l'assessore Angelo Villari - i pedagogisti clinici sono impegnati nell’ascolto di genitori ed educatori e nell’ osservazione della fascia più delicata, quella della prima infanzia. Ogni professionista ha incontrato le famiglie dei bambini, descrivendo le finalità del progetto, che prevede anche incontri a sostegno della genitorialità”.

“Emerge sempre di più – ha aggiunto il direttore dell'Anpec Aurelia Billa Billa - l'esigenza di una figura specialistica di supporto al lavoro di educatori e insegnanti, in un momento storico in cui infanzia e adolescenza meritano attenzione e sostegno pedagogico. Questa collaborazione con l'amministrazione comunale riveste dunque un importante valore sociale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento