Lotta allo spreco: pranzo di beneficenza alla comunità di Sant'Egidio

L'iniziativa rientra in un progetto volto alla riduzione degli sprechi in favore delle associazioni di beneficenza ed enti religiosi

Nella sede della comunità di Sant’Egidio a Catania, mercoledì 15 gennaio sarà offerto un pranzo solidale a ottanta persone, preparato dai ragazzi delle classi 5° B Sala e 5° C Cucina, dell’Istituto Alberghiero “Rocco Chinnici” di Nicolosi.

L'iniziativa rientra nell'ambito del progetto benefico della città metropolitana di Catania che insieme al Maas (Mercati Agro-Alimentari Sicilia) coinvolge, tra gli altri, il Comune di Catania, L’Asp 3,il Banco Alimentare e la comunità di Sant’Egidio, grazie anche alla stipula di un protocollo d’intesa firmato lo scorso novembre e denominato “Cuore Generoso”. Attraverso questa collaborazione si è concordato, grazie anche alla disponibilità degli operatori mercatali, di donare i prodotti freschi invenduti del settore ortofrutticolo e ittico ad associazioni di beneficenza ed enti religiosi, cosi come previsto dalla legge Gadda.

I soggetti coinvolti nel progetto potranno organizzare delle mense sociali o distribuire i prodotti recuperati alle famiglie bisognose, evitando quindi che l’esubero di vendita diventi rifiuto organico o speciale e gravi per il relativo smaltimento sulla collettività. Quest’azione, nata in occasione della settimana europea per la riduzione dei rifiuti, promossa dalla Regione siciliana, costituisce per gli studenti un’esperienza per che coniuga le attività didattiche alle esigenze del territorio e alla collettività.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Truffe alle assicurazioni, 36 indagati: coinvolti due avvocati

  • Bollo auto 2020: sconti e nuove modalità di pagamento

  • Blitz dei carabinieri, sgominata banda di spacciatori: 24 arresti

  • Mafia, asse tra clan Mazzei e cosche trapanesi: 28 arresti

  • Incidente stradale sulla Catania-Gela, auto sbanda e cappotta: morta una 41enne

  • Traffico di cocaina e hashish nel Catanese: i nomi degli arrestati

Torna su
CataniaToday è in caricamento