Blitz della squadra mobile in una villetta, arrestato uomo dei Santapaola-Ercolano

Individuato il covo in una villetta a Siracusa in contrada Arenella. Santoro Arnaldo, elemento di spicco della squadra di "San Cocimo", si era reso irreperibile dal gennaio scorso dopo l'operazione denominata "Kiss"

Dopo complesse e articolate indagini la squadra mobile etnea ha tratto in arresto nella mattinata odierna Santoro Arnaldo, pregiudicato latitante, resosi irreperibile dal gennaio del 2016 nel corso dell'operazione "Kiss", che aveva portato all'arresto di 7 persone ritenute responsabili, a vario titolo, di associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, reati in materia di armi e di aver commesso il fatto al fine di favorire l'attività dell’organizzazione mafiosa Santapaola-Ercolano.

VIDEO LE FASI DELL'ARRESTO

L’operazione “Kiss” era frutto di un’attività investigativa condotta dalla Squadra Mobile - Sezione Criminalità Organizzata - con il coordinamento della Direzione Distrettuale Antimafia, avviata nel mese di maggio 2014 a seguito del sequestro di 260 chilogrammi di sostanza stupefacente del tipo marijuana, nonché di un bilancino di precisione ed attrezzatura per il confezionamento delle dosi, trovati all’interno di un garage di pertinenza di Anastasio Carmelo Natale che, nella circostanza, veniva tratto in arresto.

Nel breve volgere di alcuni mesi (tra la primavera e l'autunno del 2014) dal contesto delle investigazioni di tipo tecnico emergeva che detta “piazza di spaccio” era riconducibile alle attività criminali della famiglia "Nizza", appartenente all’organizzazione mafiosa Santapaola - Ercolano, ed in particolare a quelle della squadra di “San Cocimo”, storicamente facente riferimento a Zuccaro Maurizio, esponente di spicco della citata cosca in atto detenuto.

Santoro, tratto in arresto quest'oggi, è risultato essere elemento di spicco della squadra di “San Cocimo” dell’organizzazione mafiosa Santapaola - Ercolano. La mattina del 12 gennaio scorso, Santoro Arnaldo, si era reso irreperibile all’esecuzione dell’operazione di polizia. Pertanto gli uomini della sezione criminalità organizzata, sotto il coordinamento della D.D.A. di Catania, hanno appurato dopo indagini che il latitante aveva trovato rifugio nella città di Siracusa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

BLITZ DELLA SQUADRA MOBILE. Il covo è stato individuato in una villetta a Siracusa, in contrada Arenella. Avuta certezza della presenza del latitante, all’alba di oggi personale della Sezione Criminalità Organizzata - collaborato da uomini della Squadra Mobile di Siracusa, ha effettuato l’intervento nella villetta traendo in arresto il latitante. L'uomo ha tentato invano la fuga da una finestra laterale della villetta ma è stato bloccato dagli uomini della Polizia che avevano cinturato l’immobile. Espletate le formalità di rito, l’arrestato è stato portato presso la casa circondariale di Catania - Bicocca.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, oggi la nuova ordinanza del presidente Musumeci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento