Stalking, arriva braccialetto elettronico per l'ex marito

Gli agenti hanno applicato il dispositivo a un 29enne adranita. Verrà controllato il rispetto del divieto di avvicinamento all’abitazione della la moglie e ai luoghi frequentati dai figli

Gli agenti del Commissariato di Adrano hanno applicato il braccialetto anti-stalker, a un 29enne adranita. Con il dispositivo verrà controllato il rispetto del divieto di avvicinamento all’abitazione dove attualmente dimora la moglie, ai luoghi ricreativi frequentati dai figli, all’abitazione della sorella della moglie stessa: dovrà comunque tenere una distanza inferiore ai duecento metri da questi luoghi, con divieto di comunicare con qualsiasi mezzo con lei e con i suoi familiari. I poliziotti, nei giorni scorsi, hanno posto fine a una vicenda di maltrattamenti e atti persecutori che l’uomo ormai da diverso tempo teneva nei confronti della propria moglie. Separatosi da quest’ultima, infatti, ha iniziato nei suoi confronti una serie di atti persecutori, mosso dalla gelosia poiché preoccupato che lei potesse rifarsi una vita. Sono iniziati così i pedinamenti, gli appostamenti e i messaggi intimidatori, questi ultimi indirizzati sia nei confronti della vittima, sia nei confronti di un’amica di lei. Il rapporto coniugale tra marito e moglie si era già incrinato da alcuni anni sempre per motivi dettati dalla gelosia di lui. L’uomo infatti impediva che la moglie potesse frequentare le proprie amiche, che potesse andare a mare, luogo di possibili incontri con altri uomini, e addirittura che potesse frequentare i propri parenti. Nel corso di una tra le tante scenate di gelosia l’uomo addirittura ha minacciato di morte la moglie con un coltello. L’inizio del mese scorso, gli operatori del commissariato nel corso di un intervento, hanno assistito all’ennesima lite tra i coniugi, non sfociata in tragedia grazie alla presenza dei poliziotti. La vittima così ha trovato il coraggio di sporgere denuncia al coraggio e gli investigatori hanno potuto raccogliere tutti gli elementi necessari per porre fine al dramma vissuto in questi anni. Sono state infatti raccolte sia importanti informazioni dai testimoni nonché le conversazioni intercorse tra i protagonisti che hanno permesso di ricostruire l’intera vicenda.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, nel mirino i "fedeli collaboratori" del clan Santapaola-Ercolano: 21 arresti

  • Il "mistero" dei fuochi d'artificio di Picanello, sparati ogni giorno a mezzanotte

  • "Iddu" e "idda": il terrore di Giarre e Riposto, stroncata dai carabinieri la cupola di La Motta

  • Sgominate bande che rubavano sui tir e nelle case: 13 arresti

  • Droga e mafia, altri 4 arresti nell’ambito dell’operazione "Overtrade"

  • “Freedom Oltre il confine” dedica parte della prossima puntata a Catania

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento