Stalking, molestie e pedinamenti: finisce incubo per giovane ragazza, un arresto

Il persecutore, un giovane di 23 anni, aveva cominciato a molestarla dai banchi di scuola, continuando ad assillarla anche all'università. Tanti i gesti intimidatori compiuti. Il giovane stalker, prima ai domiciliari, non ha desistito

L'incubo era cominciato 4 anni fa. La vittima: una ragazza. Il persecutore, un giovane di 23 anni, aveva cominciato a molestarla dai banchi di scuola e aveva continuato ad assillarla anche all'università con appostamenti sul pianerottolo di casa, telefonate notturne, improvvise apparizioni alle lezioni in ateneo, messaggi intimidatori.

Ora a carico del persecutore, il Gip di Catania ha emesso un'ordinanza di custodia cautelare in carcere per stalking, che è stata eseguita dalla polizia postale. 

Aveva anche creato diversi i profili Facebook, con fotomontaggi e frasi offensive nei confronti della ragazza e della madre di lei. Già ad aprile era stato identificato e gli era stato vietato di avvicinarsi alla vittima. Nonostante gli avvertimenti, aveva continuato nelle molestie.

Un mese fa era stato arrestato dai carabinieri nei pressi dell'abitazione della ragazza ed era stato posto ai domiciliari. Nemmeno questo però lo ha fatto desistere. Ora è stato trasferito in carcere.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arresti a raffica della squadra mobile etnea

  • Premiate le 14 migliori pizze della Sicilia orientale

  • Dimentica di inserire il freno a mano, muore schiacciata dalla sua auto

  • Cinque arancini gourmet: le ricette della quinta edizione di Chicchi riso e uva di Sicilia

  • Bucato profumato? Come pulire la lavatrice

  • Evade dai domiciliari per andare in discoteca, arrestato 54enne

Torna su
CataniaToday è in caricamento