Stalking, molestie e pedinamenti: finisce incubo per giovane ragazza, un arresto

Il persecutore, un giovane di 23 anni, aveva cominciato a molestarla dai banchi di scuola, continuando ad assillarla anche all'università. Tanti i gesti intimidatori compiuti. Il giovane stalker, prima ai domiciliari, non ha desistito

L'incubo era cominciato 4 anni fa. La vittima: una ragazza. Il persecutore, un giovane di 23 anni, aveva cominciato a molestarla dai banchi di scuola e aveva continuato ad assillarla anche all'università con appostamenti sul pianerottolo di casa, telefonate notturne, improvvise apparizioni alle lezioni in ateneo, messaggi intimidatori.

Ora a carico del persecutore, il Gip di Catania ha emesso un'ordinanza di custodia cautelare in carcere per stalking, che è stata eseguita dalla polizia postale. 

Aveva anche creato diversi i profili Facebook, con fotomontaggi e frasi offensive nei confronti della ragazza e della madre di lei. Già ad aprile era stato identificato e gli era stato vietato di avvicinarsi alla vittima. Nonostante gli avvertimenti, aveva continuato nelle molestie.

Un mese fa era stato arrestato dai carabinieri nei pressi dell'abitazione della ragazza ed era stato posto ai domiciliari. Nemmeno questo però lo ha fatto desistere. Ora è stato trasferito in carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

Torna su
CataniaToday è in caricamento