menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Una convivenza vissuta come calvario: compagno violento arrestato

Comportamenti mai cessati, neanche dopo la fine della convivenza avvenuta nell’aprile scorso, attraverso i quali l’indagato, vestendo i panni del persecutore, ha iniziato ad appostarsi sotto casa della vittima, avvicinandola ed ingiuriandola

La Procura di Caltagirone, nell’ambito di indagini a carico di B.S., di anni 41, indagato per i reati di maltrattamenti contro familiari, lesioni personali aggravate e violenza sessuale continuata ed aggravata commessi in danno della moglie, ha richiesto ed ottenuto la misura cautelare della custodia degli arresti domiciliari eseguita dai carabinieri della stazione di Scordia.

Le indagini hanno evidenziato una serie di eventi che hanno costretto la donna a patire dall’ottobre 2017 ad oggi una vera e propria via crucis. L’uomo, corroso dalla gelosia, nel corso della convivenza ha posto in essere una serie di condotte violente e vessatorie in danno della compagna ingiuriandola con epiteti irripetibili e aggredendola, in più occasioni, con schiaffi e spintoni, fino ad afferrarle il collo, "metterle le dita in gola tanto da provocarle del rigetto con fuoriuscita di sostanza ematica, nonché costringerla a subire rapporti sessuali contro la propria volontà", come si legge nella nota dei carabinieri.

Comportamenti mai cessati, neanche dopo la fine della convivenza avvenuta nell’aprile scorso, attraverso i quali l’indagato, vestendo i panni del persecutore, ha iniziato ad appostarsi sotto casa della vittima, avvicinandola ed ingiuriandola mentre era in compagnia di terze persone, nonché tempestandola di telefonate e messaggi minacciosi.

La vittima, ormai sfinita, ha comunque trovato la forza di reagire denunciando l’ex compagno ai carabinieri, fornendo così agli inquirenti la possibilità di configurare un quadro probatorio a carico dell'uomo che non ha lasciato alcun dubbio al Giudice per le Indagini Preliminari il quale, accogliendo la richiesta della Procura, ha emesso la misura restrittiva.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Forno a microonde: quali cibi non cucinare al suo interno

Utenze

Rettifica della bolletta luce e gas: come richiederla

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento