Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

Un take away vegano apre grazie al fondo di microcredito della Caritas

L'idea è venuta a Melita Caparno, 33 anni, beneficiaria del prestito, ragazza madre, dall'esperienza pluriennale come cuoca vegana e vegetariana

Odori e sapori dal mondo vegano e vegetariano: apre nei pressi del tribunale un take away tutto al femminile grazie al servizio Microcredito della Caritas Diocesana. Melita, Monia e Jeanne, tre amiche con la passione per la cucina vegana e internazionale, hanno realizzato il loro personale sogno con i 25 mila euro ricevuti dal Prestito della Speranza, strumento di microcredito promosso dalla Cei in collaborazione con il gruppo Intesa-San Paolo per l'avvio di una nuova attività imprenditoriale. L'idea è venuta a Melita Caparno, 33 anni, beneficiaria del prestito, ragazza madre, dall'esperienza pluriennale come cuoca vegana e vegetariana.

Senza pensarci due volte ha coinvolto le amiche di una vita assumendole come dipendenti della propria ditta individuale. “Quando ho ottenuto l'erogazione del prestito – ha commentato Melita – non ho avuto dubbi, subito ho offerto a Monia e Jeanne la possibilità di metterci in gioco per il futuro delle nostre figlie. Per noi è una grande scommessa. Non è stato facile ma vogliamo essere d'esempio per altre donne in difficoltà e dimostrare che con professionalità e impegno è possibile riuscirci”. Adesso le tre donne dopo anni di lavoro precario nella ristorazione hanno un locale tutto loro da gestire ed amministrare.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un take away vegano apre grazie al fondo di microcredito della Caritas

CataniaToday è in caricamento