Stavano rubando un'autoradio in via Teatro Greco, la polizia li coglie sul fatto

I due, pluripregiudicati, adesso si trovano ai domiciliari in attesa di giudizio

La polizia ha arrestato i pluripregiudicati catanesi Maurizio Alì, di 36 anni, e Orazio Puglisi, di 19 anni, per furto aggravato in concorso.

La sera dello scorso 30 aprile gli agenti delle volanti in servizio moto, si sono recati in via Teatro Greco dopo la segnalazione di un furto in atto di un'auto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una volta giunti sul posto gli agenti hanno bloccato Alì e Puglisi dopo che avevano appena forzato la portiera di una Fiat punto ed asportato l’autoradio, che tenevano ancora fra le mani. Addosso ai due sono stati anche trovati gli arnesi utilizzati per lo scasso. Adesso si trovano agli arresti domiciliari, in attesa del giudizio direttissimo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento