Stazione, bloccato pluripregiudicato dalla polizia ferroviaria

Doveva scontare una pena di 4 mesi e 22 giorni di reclusione derivante da vari reati

La polizia ha arrestato il 47enne romeno N.P.C. destinatario di un ordine di esecuzione per la cercerazione, emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Viterbo, per i reati di resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali aggravate, rifiuto di dare le proprie generalià e danneggiamento. La polizia ferroviaria di Catania lo ha arrestato. Il pluripregiudicato residente a Petralia Sottana (Pa), era al binario 1 dello scalo etneo quando, alla vista degli agenti della Polfer, ha mostrato un atteggiamento nervoso che ha insospettito i poliziotti. Sottoposto al controllo, è emerso che doveva scontare una pena di 4 mesi e 22 giorni di reclusione derivante da vari reati quali resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale, rifiuto di indicazioni sulla propria identità e danneggiamento. Al termine delle formalità di rito l’arrestato è stato quindi condotto presso la Casa Circondariale di Piazza Lanza per l’espiazione della pena.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento