Stazione Giuffrida, allarme bomba in metro

Tanta paura ma, fortunatamente, nulla di pericoloso. Un pacco ha fatto scattare i controlli previsti dal protocollo anti-bomba, con artificieri e polizia sul posto nella metropolitana di Catania

Foto: mobilita.org

Tanta paura ma, fortunatamente, nulla di pericoloso. Un pacco, lasciato questo pomeriggio all'interno della stazione Giuffrida, ha fatto scattare i controlli previsti dal protocollo anti-bomba, con artificieri e polizia sul posto nella metropolitana di Catania. I passeggeri presenti sono stati fatti uscire dalla galleria per consentire alle forze dell'ordine di effettuare i dovuti controlli. Come spiegano i vigili del fuoco, tuttavia, si è trattato di un falso allarme. ( IN AGGIORNAMENTO)

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto 2020 - Come presentare la richiesta di esenzione e rimborso

  • Coronavirus e Dpcm, Musumeci: "Ci permettano di aprire fino alle 23 ristoranti, bar, pizzerie"

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Sparatoria in centro commerciale dopo litigio: un ferito grave

  • Covid-19: la differenza tra test sierologico, tampone rapido e tampone molecolare

  • Tentato omicidio al centro commerciale, il 19enne ha utilizzato pistola con matricola abrasa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento