L'assassino di Stefania Noce rinuncia al processo in Appello

La Corte d'assise d'appello si è riservata di decidere sulla richiesta nell'udienza del prossimo 4 marzo. L'avvocato Trantino, legale di parte civile, pensa sia "una tecnica dilatoria" dell'imputato. Per l'avvocato Rabbito, invece, è la prova che c'è un problema psicologico del suo assistito

Loris Gagliano - il 27enne che in preda ad un raptus di gelosia, il 27 dicembre 2011, ha ucciso a coltellate la sua ragazza, Stefania Noce, sua coetanea, il nonno della giovane, Paolo Miano, di 71, e ferito in maniera non grave la moglie di quest'ultimo, Gaetana Ballirò, di 73 anni - ha presentato una lettera alla Corte d'assise d'appello di Catania rinunciando al processo di secondo grado e revocando l'incarico al suo legale, l'avvocato Giuseppe Rabbito.

L'uomo in primo grado, il 5 aprile del 2013, è stato condannato all'ergastolo dal Gup di Caltagirone, Marcello Gennaro, davanti al quale il procedimento si era celebrato col rito abbreviato.

La Corte d'assise d'appello si è riservata di decidere sulla richiesta nell'udienza del prossimo 4 marzo. L'avvocato Enzo Trantino, uno dei legali di parte civile, ha espresso il timore che l'iniziativa possa essere "una tecnica dilatoria" dell'imputato. Per l'avvocato Rabbito, invece, è la prova che c'è un problema psicologico del suo assistito.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Teatro della sanguinosa vicenda fu Licodia Eubea. Gagliano subito dopo il duplice omicidio si allontanò a bordo della sua Ford Ka, ma la fuga fu interrotta nel primo pomeriggio quando l'omicida fu bloccato sul lungomare di Acate, in provincia di Ragusa, con i vestiti ancora macchiati di sangue e nell'auto il coltello usato come arma. Ai carabinieri e al gip confesso' di essere l'autore del duplice omicidio, escludendo la premeditazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scattano le prime multe da 400 euro per mancanza di mascherina

  • Falsi invalidi, il sistema architettato da 6 medici: 21 indagati

  • Coronavirus, anche oggi nessun decesso: a Catania zero nuovi contagi

  • Ikea, nuovi orari di apertura per lo store di Catania

  • Pensioni d’invalidità con la compiacenza di medici dell’Asp: sei misure cautelari

  • Coronavirus, in Sicilia si fermano i decessi: 4 nuovi casi a Catania

Torna su
CataniaToday è in caricamento