Strade sporche e discariche di rifiuti, l'appello di Terranostra al Comune

"Molti contenitori per fare la raccolta differenziata, sopratutto del vetro o del cartone, non vengono svuotati da settimane e questo non invoglia certo i cittadini a mantenere comportamenti virtuosi per garantire il recupero dei rifiuti"

"Oltre all’aumento della spazzatura nelle strade di Catania, i cittadini devono fare i conti pure con un parallelo aumento delle Tari che sta provocando tantissimi malumori. La colpa di questa situazione, diventata ormai insostenibile, non può essere data all’attuale amministrazione comunale. Ciononostante Palazzo degli Elefanti deve comunque vigilare affinchè la raccolta dei rifiuti e del materiale ingombrante sia eseguito a regola d’arte da parte degli organi preposti. Oggi sono tante le strade della città ridotte a vere e proprie discariche a cielo aperto". E' la situazione già ampiamente denunciata dal comitato “Terranostra” che, attraverso il suo componente Carmelo Sofia, ha raccolto le segnalazioni di abitanti e commercianti dei vari quartieri di Catania.

Cosa succederà adesso con l’estate alle porte? Si chiede il Comitato. "Se non si trovano soluzioni adeguate, complice il caldo, il problema non farà altro che aggravarsi ulteriormente. Oggi molti contenitori per fare la raccolta differenziata, sopratutto del vetro o del cartone, non vengono svuotati da settimane e questo non invoglia certo i cittadini a mantenere comportamenti virtuosi per garantire il recupero dei rifiuti. E’ bene ricordare, comunque che chi scarica montagne di vecchi mobili, copertoni e materassi sono soprattutto i pendolari che provengono dall'hinterland etneo".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Data l'emergenza della situazione, il comitato “Terranostra” chiede pure un'azione repressiva, capillare e costante contro gli inquinatori. Ben vengano, quindi, le guardie ambientali ma per fermare questo scempio occorre un sistema di videosorveglianza per monitorare sia i quartieri della fascia esterna della città, da cui provengono la maggior parte dei pendolari, sia centro storico", conclude la nota.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto 2020 - Come presentare la richiesta di esenzione e rimborso

  • Coronavirus e Dpcm, Musumeci: "Ci permettano di aprire fino alle 23 ristoranti, bar, pizzerie"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento