Proclamato a Catania il lutto cittadino dopo la strage nel Canale di Sicilia

Per ricordare i migranti morti in queste ore oggi le bandiere della Repubblica italiana e dell'Unione europea negli uffici pubblici saranno esposte a mezz'asta e saranno sospese tutte le manifestazioni pubbliche. Nel tardo pomeriggio arriveranno a Catania i superstiti del naufragio

Per ricordare i migranti morti in queste ore oggi le bandiere della  Repubblica italiana e dell'Unione europea negli uffici pubblici saranno esposte a mezz'asta e saranno sospese tutte le manifestazioni pubbliche. Il  sindaco di Catania Enzo Bianco ha proclamato infatti il lutto cittadino per ricordare i migranti vittime della strage di queste ore  nel Canale di Sicilia. Nel tardo pomeriggio intanto arriveranno proprio a Catania i superstiti del naufragio. Sono 28 in tutto i sopravvissuti e sbarcheranno a bordo della nave "Gregoretti" della Guardia costiera che ha già sbarcato stamattina a Malta 24 salme dei migranti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Bianco aveva già proclamato il lutto cittadino nell'agosto del 2013, quando sei migranti morirono annegati a pochi metri dalla spiaggia della Plaia  dopo che il barcone che li aveva trasportati dall'Africa si era arenato. Il 28 maggio del 2014, poi, Catania aveva celebrato un  funerale interreligioso per i 17 migranti morti durante un naufragio a  Lampedusa alla presenza dell'arcivescovo, dell'Imam e del capo della comunità copta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, scontro tra un furgone e una Porsche: un morto e due feriti

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento